^

CHE RIMONTA CON PERUGIA: VITTORIA PER 3-1 E SECONDO POSTO IN CASSAFORTE

La Cucine Lube Banca Marche consolida l’imbattibilità in campionato nel 2016 facendo suo il big match contro la Sir Safety Conad Perugia, valido per la 5ª giornata di ritorno della SuperLega UnipolSai. Contro gli umbri, alla terza sconfitta rimediata nelle ultime cinque giornate, la squadra di Gianlorenzo Blengini si è imposta per 3-1 (18-25, 26-24, 25-20, 25-18) grazie ad una una incredibile rimonta, avviata proprio quando sembrava ormai concretamente incappata nella peggiore delle serate. Sotto di un parziale dopo aver registrato un pessimo 21% di squadra in attacco nel primo set, che da una parte aveva visto Blengini giocare invano molte delle sue carte (dentro Priddy per Cebulj), e dall’altra un Atanasijevic assoluto trascinatore della Sir padrona del gioco (per il serbo 9 punti col 54%, Perugia che ha chiuso 25-18 dopo aver tenuto costantemente almeno cinque lunghezze di vantaggio). Sotto addirittura 23-19 nel secondo set, con il tecnico di casa che incontenibile in panchina sul 13-18 aveva continuato a rimescolare i suoi inserendo Parodi per Priddy e Stankovic per Cester, il guizzo decisivo arriva dall’ottimo turno in battuta di Marko Podrascanin 81 ace), che pungendo dai nove metri consente a Miljkovic (4 punti, 57%) e soprattuttoad un monumentale Juantorena (7 punti, 55% in attacco e 1 muro) di far male su ogni ricostruzione, riportando la Cucine Lube Banca Marche in parità a quota 23, e poi davanti fino al definitivo 26-24 (firmato sempre dell’italo-cubano), che ha fatto esplodere gli oltre 3mila spettatori marchigiani, alzando di fatto il sipario su tutt’altra gara.
Meglio, su un vero e proprio monologo dei biancorossi, che nel terzo (25-18 dopo aver condotto 6-1 e 17-11) e nel quarto parziale (25-18, ultimo punto di un buon Miljkovic, autore di 14 punti) dominano la Sir Safety (in campo all’Eurosuole forum con Kaliberda e Fromm in banda, Elia al centro al posto di Buti) sfoderando l’autorità e la brillantezza dei tempi migliori, mettendo in vetrina la gran vena dei centrali serbi (7 punti e 71% con 2 muri per Stankovic, 11 punti col 70% e 3 muri per Podrascanin) e soprattutto un Simone Parodi tornato a recitare un ruolo di primo attore, preziosissimo in seconda linea come in attacco e meritatamente Mvp della partita. Lo schiacciatore ligure chiude con 10 punti, il 55% di positività in attacco e 4 muri.
Grazie a questa vittoria i biancorossi hanno blindato il secondo posto: Trento, stasera sconfitta in casa al tie break dalla Cmc Romagna, è sempre al terzo posto ma dista adesso cinque punti dai cucinieri.

VIDEO CHECK
1°SET
8-10 (servizio Kaliberda) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica fallo di riga al servizio. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (8-11).
9-11 (attacco Atanasijevic) Video Check richiesto da: Perugia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Civitanova (10-11).
2°SET
12-16 (servizio De Cecco) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Civitanova (13-16).
13-16 (attacco Atanasijevic) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Perugia (13-17).
15-19 (muro Podrascanin) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Perugia (15-20).
24-23 (attacco Juantorena) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (24-24).

3°SET
6-2 (servizio Atanasijevic) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Perugia (6-3).
21-16 (attacco Birarelli) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (21-17).
23-20 (attacco miljkovic) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out. Decisione confermata, punto assegnato a Civitanova (24-20).

4°SET
20-14 (muro Miljkovic) Video Check richiesto da: Perugia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (21-14).

Il tabellino
CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei n.e., Parodi 10, Juantorena 11, Vitelli n.e., Stankovic 7, Priddy 2, Christenson 3, Cester 5, Grebennikov (L), Miljkovic 14, Corvetta n.e., Cebulj 1, Podrascanin 11. All. Blengini.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Buti 1, Fromm 6, Holt 3, De Cecco 4, Kaliberda 9, Giovi (L1), Dimitrov, Tzioumakas n.e., Elia 4, Franceschini n.e., Atanasijevic 29, Fanuli, Birarelli 6. All. Castellani.
ARBITRI: Pol (TV) – Simbari (MI).
PARZIALI: 18-25 (27’), 26-24 (35’),
NOTE: Spettatori 3217, incasso 14100 Euro. Lube bs 13, ace 4, muri 14, errori 8, ricezione 58% (31% prf), attacco 46%. Perugia bs 17, ace 6, muri 9, errori 11, ricezione 54% (26% prf), attacco 44%.

LUBE+

Blum

Wooden door processing

Lube Environment

Lube is Service

Anti-bacterial and eco-friendly surfaces

Research and Innovation

Tailoring

UltraClean and MicroStop

Use and Maintenance