^

CON MODENA ARRIVA IL SETTIMO SIGILLO (AL TIE BREAK), LUBE DA RECORD

Cucine Lube Banca Marche da record, nonostante per la prima volta non riesca a chiudere in cassaforte l’intera posta in palio. Nell'anticipo tv della 7ª di andata i biancorossi di Alberto Giuliani battono Casa Modena al tie break (25-27, 25-17, 25-23, 22-25, 15-12) infilando la settima vittoria di fila in campionato, che li conferma sempre più leader della classifica della Regular Season, anche se le dirette inseguitrici Piacenza Trento domani avranno la possibilità di accorciare le distanze almeno di una lunghezza. Mai nei suoi 19 anni di Serie A1 la società marchigiana era riuscita a firmare un ruolino di marcia del genere (nella scorsa stagione si era fermata a sei vittorie), cammino che assume ancor più consistenza se si tiene conto che considerando anche le gare di Champions League le vittorie consecutive sono ben 10. Con Kovar lasciato precauzionalmente in tribuna per una tendinite al ginocchio, la Cucine Lube Banca Marche propone il convalescente Parodi per la prima volta titolare in campionato (in diagonale col polacco Kurek), e concede agli avversari il parziale d’apertura, che l’ha vista condurre anche con tre punti di vantaggio (18-15 con l’ace di Podrascanin). Modena ricuce infatti lo strappo a quota 20 appoggiandosi sul velenoso servizio di Kampa e sull’esperienza di Sala, per poi chiudere sul 27-25, al quarto set ball, sfruttando al massimo i banali e inconsueti errori della squadra di casa. Nel secondo set la Cucine Lube Banca Marche inizia a fare la voce grossa (16-10) trascinata da un super Kurek (4 punti, 60% in attacco; sarà MVP della gara con i suoi 23 punti finali, 3 muri, 2 ace ed il 64% in attacco) e dal ritrovato Zaytsev (6 punti), oltre che dalla confermata solidità sia in attacco che a muro della sua coppia serba di centrali. Il 25-17 finale arriva proprio con un blocco vincente di Podrascanin su Sket. Stesso esito nel terzo parziale, in cui i marchigiani partono fortissimo con battuta e muro (8-4), ma poi tentennano rimettendo il risultato in discussione sui turni al servizio di Deroo prima, che riporta la formazione di Lorenzetti dal -5 al 16-18, e su quello di Sket poi, che consente ad un Kovacevic in gran spolvero (6 punti, 86%) di riportare la situazione sul punto a punto (20-21). Macerata, che riceve con l’83% di positività contro il misero 33% degli avversari (100% su 6 palloni sia per Henno che per Parodi), nel finale impiega anche Monopoli per Baranowicz e chiude al secondo set point con un gran diagonale di Kurek, autore nel set di ben 10 punti, col 70% in attacco, 1 ace e 2 muri. Sul 6-6 del quarto parziale Lorenzetti è costretto a richiamare in panca Deroo per un problema al ginocchio. Al suo posto entra Quesque, proprio nel momento in cui Casa Modena (61% in attacco contro il 50% della Lube) tira fuori tutto l’orgoglio che ha in corpo riuscendo a riaprire la gara. Lo fa con un sontuoso Kovacevic (chiude la sfida con 17 punti e il 74% di positività sulle schiacciate) e col servizio di Bartman, che allontana la Lube sul 20-16 mentre Giuliani provava a scuotere i suoi inserendo Paparoni per Parodi e Monopoli per Baranowicz al palleggio. Chiude Bartman (5 punti, 67%, 18 in totale col 56%) sul 25-22, trasformando la seconda palla set. Il tie break registra un punto a punto che si spezza sul 9-8 con l’attacco out di Quespque ed il successivo ace di Zaytsev (top scorer del match con 26 punti), che spediscono Macerata sull’11-8. Chiude Stankovic sul 15-12. VIDEO CHECK 1° SET 5-5 (Attacco Zaytsev): video check richiesto da Modena per verifica in/out, decisione arbitrale confermata (6-5). 10-10 (Servizio Baranowicz): video check richiesto da Macerata per verifica in/out, decisione arbitrale confermata (10-11). 17-15 (Servizio Podrascanin): video check richiesto da Macerata per verifica in/out, decisione arbitrale invertita (18-15). 3° SET 2-1 (Servizio Stankovic): video check richiesto da Modena per verifica in/out, decisione arbitrale invertita (3-1). 4° SET 10-11 (Muro Zaytsev): video check richiesto da Macerata per verifica in/out, decisione arbitrale confermata (10-12). 12-13 (Attacco Bartman): video check richiesto da Macerata per verifica in/out, decisione arbitrale confermata (12-14). 5° SET 8-7 (Attacco Kovacevic): video check richiesto da Modena per verifica in/out, decisione arbitrale invertita (8-8). Il tabellino CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Henno (L), Parodi 9, Paparoni, Zaytsev 26, Stankovic 9, Patriarca, Monopoli, Giombini, Kurek 23, Baranowicz 5, Podrascanin 10. All. Giuliani. CASA MODENA: Manià (L1), Donadio (L2), Sala 7, Sket 1, Deroo 14, Quesque 4, Kampa 4, Bartman 18, Beretta 7, Bossi, Hendriks, Kovacevic 17, Krumins. All. Lorenzetti. ARBITRI: Vagni (PG) - Santi (PG). PARZIALI: 25-27 (31’), 25-17 (23’), 25-23 (28’), 22-25 (29'), 15-12 (18'). NOTE: Spettatori 2015, incasso 9110 Euro. Lube bs 20, ace 2, muri 10, errori 9, ricezione 59% (36% prf), attacco 51%. Modena bs 23, ace 2, muri 10, errori 7, ricezione 46% (28% prf), attacco 51%.

LUBE+

Blum

Lavorazioni ante in legno

Lube Ambiente

Lube è servizio

Piani antibatterici ed eco-friendly

Ricerca e Innovazione

Sartoria

UltraClean e MicroStop

Uso e Manutenzione