^

#50GruppoLUBE


1956

La Nostra prima cucina

Siamo nel 1956, Luciano Sileoni, ancora giovanissimo, si sta facendo le ossa nel laboratorio di falegnameria Farroni: di giorno svolge quello che gli chiede il proprietario, di sera fa lavori per sé. Uno di questi lavori è per mamma Giuditta, che ha bisogno di una cucina. Di soldi ce ne sono pochi e Luciano deve scegliere i materiali più economici, usando il laminato solo per l’esterno delle ante e non per l’interno. Il risultato è un’anteprima di quello che sarà lo stile Lube: una cucina ben studiata, funzionale e molto resistente. Così resistente che la signora Giuditta si è decisa a cambiarla solo nel ‘90, quasi 35 anni dopo. Tutt’ora questa cucina è perfettamente funzionate.

1956 La prima cucina LUBE

1967

La nascita di un sogno

In Italia è un periodo di fermento e di grandi idee. LUCIANO SILEONI, giovane operaio falegname, arrotonda lo stipendio montando mobili dopo cena. Un giorno propone al barbiere del paese, l’amico BENITO RAPONI, di diventare soci e produrre in proprio i mobili. Nasce così, in un garage di Treia, il laboratorio artigianale di cucine di quella che oggi è la Lube. Era il primo maggio del 1967 e viene scelto il nome di SIRA (dalle iniziali dei cognomi dei fondatori SILEONI e RAPONI). Per la crescita è stata fondamentale la collaborazione con il rappresentante per antonomasia della storia della Lube, MARIO GRILLI, che riesce a far uscire le prime “credenze” dai confini del paesino e portare ossigeno alla piccola attività. Già allora soddisfare le richieste del cliente era l’imperativo di Luciano.

“Non uscivo dal laboratorio neanche per mangiare, lavoravamo con 3 o 4 dipendenti giorno e notte e anche la domenica.”

Luciano Sileoni

1967 Il documento che sancisce la nascita dell’azienda

1973

Da sogno a grande realtà

La piccola impresa stava crescendo e gli spazi non erano più sufficienti, era necessario trovare un nuovo laboratorio. Nel 1974 viene inaugurato lo stabilimento di via Fontevannazza e la società prende il nome di Lube (sempre giocando con le iniziali, ma questa volta dei nomi LUCIANO E BENITO). Nello stesso anno, a settembre, entra in azienda il cognato di Luciano, FABIO GIULIANELLI fresco di diploma superiore, che sarà una delle figure chiave per la crescita futura dell’azienda. Il prodotto è valido e le richieste aumentano, viene organizzata una rete di vendita adeguata, ed iniziano le prime collaborazioni con rappresentanti di tutta Italia, gran parte dei quali ancora oggi sono in azienda. Le cucine ancora non superano i confini nazionali perché la produzione è tutta assorbita dalla domanda interna.

1978 Fabio Giulianelli entra ufficialmente nel gruppo

1993

Il sogno diventa globale

Lube ormai è una realtà consolidata e in continua crescita. Lo stabilimento di via Fontevannazza non è più adeguato alle esigenze produttive. Viene individuata a Passo di Treia l’area industriale dove spostarsi e, nell’agosto del 1993, avviene un trasloco che ha dell’incredibile. La società prende il nome di Cucine Lube Over e la nuova struttura negli anni verrà ulteriormente ingrandita: ogni nuovo capannone che veniva costruito, in un attimo era già pieno. In un periodo storico caratterizzato dalla globalizzazione, il marchio Lube comincia ad uscire dai confini nazionali ed inizia la conquista del mercato mondiale, sempre più interessato al made in Italy di qualità. Quello che era un piccolo laboratorio di provincia, si è definitivamente trasformato in una grande azienda, ancora radicata nel suo territorio di origine.

1993 Il nuovo stabilimento

dal 2003 ad oggi

Non smettiamo mai di
crescere

Il 2003 è l’anno decisivo per le sorti del gruppo guidato da quattro soci: SILEONI e GIULIANELLI decidono di dare certezza al futuro acquisendo l’intero pacchetto azionario. Da quel momento inizia il processo di inserimento dei figli nell’organizzazione aziendale, per dare un chiaro e forte segnale di continuità. Lube oggi ha raggiunto 100.000 mq di superficie coperta, in cui lavorano 550 dipendenti che producono 50.000 cucine ogni anno, raggiungendo 76 paesi in tutto il mondo. Sul tetto dello stabilimento è stato installato un impianto fotovoltaico con oltre 15.000 pannelli, che producono circa 6 milioni di kilowatt di energia pulita all’anno. Gli investimenti in tecnologia e informatizzazione sono le colonne portanti di ogni decisione strategica. Qualità, servizio e attenzione al cliente rimangono sempre le priorità assolute della strategia di marketing.

“Del servizio al cliente la Lube ha fatto una bandiera. È l’elemento fondamentale della nostra strategia di marketing. Il nostro servizio al cliente è un valore assoluto che è stato basilare in tanti anni di attività per portarci alla leadership del mercato.”

Fabio giulianelli

2007 Luciano Sileoni e Fabio Giulianelli durante la festa dei primi 40 anni del gruppo

LUBE+

Blum

Lavorazioni ante in legno

Lube Ambiente

Lube è servizio

Piani antibatterici ed eco-friendly

Ricerca e Innovazione

Sartoria

UltraClean e MicroStop

Uso e Manutenzione