^

CASA LUBE

Come pulire e mantenere la cucina in legno

Pubblicato il 31 gennaio 2017

Il legno è un materiale vivo dotato di qualità straordinarie che lo rendono sinonimo di qualità e pregio. Ancora oggi rappresenta un materiale di cui è difficile non innamorarsi, poiché simbolizza il legame diretto con il lato più intimo della natura. Il legno infatti respira l’ambiente circostante, varia il suo volume secondo l’umidità dell’ambiente e con il tempo inoltre matura, assumendo talvolta una tonalità leggermente diversa.

Tanti sono i vantaggi di una cucina di legno, ma è anche necessario considerare una particolare attenzione nella sua pulizia e manutenzione per non rischiare di rovinarla. Il Gruppo Lube ha comunque inserito all’interno del suo sistema qualità dei rigorosi controlli di finitura ed accoppiamento dei legni in modo da ridurre al minimo eventuali problemi, tuttavia ecco alcuni suggerimenti per la sua conservazione e riparazione.

PULIZIA

Per pulire al meglio il legno basta passare delicatamente con un panno umido ed asciugare con cura. Importante è ricordare di evitare l’uso di detersivi e spray non specifici per il legno che potrebbero danneggiare la lucentezza della vernice. Asciugare in ogni caso eventuali gocce d’acqua e vapore per evitare scrostature di vernici in particolare sotto il lavello. Non utilizzare assolutamente prodotti contenenti solventi (acetone, ammoniaca, ecc).

 

MANUTENZIONE

La cucina è sempre esposta ad un alto rischio di danni, macchie o scottature. Il vapore lascia generalmente delle macchie chiare, quasi bianche. Questi segni possono essere rimossi utilizzando del semplice alcol denaturato, tamponando le scottature. Un eccesso d’alcol può danneggiare alcune finiture, per questo motivo è molto importante impregnare solo parzialmente una spugnetta con dell’alcol, oppure, in caso di rifiniture e verniciature particolarmente delicate, diluire l’alcool in acqua e agitare bene la soluzione prima dell’impiego. Se la macchina è nera molto probabilmente il legno è stato bruciato e conviene rivolgersi a uno specialista per valutare quali soluzioni adottare.

Per i graffi molto superficiali basta utilizzare un lucidante pigmentato per mobili. Questo prodotto va applicato con un panno pulito; i pigmenti aggiuntivi andranno a coprire il danno. Se il graffio invece è più profondo possono essere utilizzati per dei marker per il ritocco. Infine se il danno è molto profondo è possibile utilizzare la cera per riempire il solco, facendo attenzione a non farla traboccare oltre la superficie.

LUBE+

Blum

Lavorazioni ante in legno

Lube Ambiente

Lube è servizio

Piani antibatterici ed eco-friendly

Ricerca e Innovazione

Sartoria

UltraClean e MicroStop

Uso e Manutenzione