^

PROGETTARE LA TUA LUBE

Cucine componibili

Pubblicato il 30 giugno 2015

Scegliere una cucina componibile vuol dire poter arredare ogni ambiente, sfruttando al massimo i centimetri delle stanze più piccole o valorizzando al meglio quelle più ampie. I mobili hanno una struttura modulare standardizzata: nonostante ciò prevedono infinite possibilità di componibilità. Ecco perché vengono definiti "componibili": abbiamo la possibilità di selezionare e combinare diverse tipologie di elementi come cassettiere, ante, top, colonne per incasso e elettrodomestici per poi creare una composizione che si adatti alle diverse esigenze di arredamento.

 

Sono possibili cinque diverse configurazioni spaziali che ora vi illustreremo:

 

Cucina disposta lungo una sola parete

La dimensione ideale della lunghezza va da un minimo di 3 ai 4/5 metri ed è consigliato optare per elettrodomestici ad incasso, ante a ribalta per i pensili e piani di lavoro ampi. Non bisogna mai dimenticare infatti di prevedere uno spazio adeguato tra forno e lavello per avere una maggiore superficie di lavoro.

Cucina composta da due blocchi contrapposti

La distanza ottimale tra le due pareti deve essere di minimo 1,20 m e i piani di appoggio su entrambi i lati. Ben illuminata e versatile, i mobili è meglio disporli a 90° così da formare un angolo che andrà poi studiato per recuperare maggiore spazio.

Cucina ad U

Sfrutta tre pareti ed è funzionale sia per spazi piccoli che ampi. Nello spazio centrale la distanza tra i mobili deve essere di almeno 2 metri per poter avere una giusta libertà di movimento.

Cucina a L

È versatile e comoda. Il lavello, il frigo e il fornello dovrebbero essere separati dai piani di lavoro per permettere così la formazione di un triangolo funzionale per i lavori di cucina.

Cucina a isola o penisola

Se il piano isola o penisola vengono inseriti in un ambiente ampio con alle spalle un blocco cucina disposto a L, a U o lineare, la composizione cucina può svilupparsi in uno spazio maggiore risultando più comoda e funzionale tanto da permettere l’inserimento anche di un piano snack di appoggio per consumare i pasti.

 

Particolare attenzione nella disposizione di una cucina componibile va riservata anche all’illuminazione. Le luci giuste regalano un effetto complessivo di bellezza e comfort. Sempre più in voga negli ultimi anni è l’illuminazione interna a dispense e scomparti, realizzata con l’inserimento di appositi faretti spesse volte led e quindi a basso consumo.

Il Gruppo Lube propone un ampia scelta di colori, forme, misure e accessori per permettere a tutti di creare la propria cucina componibile restando sempre al passo con le linee di arredamento più innovative. 

LUBE+

Blum

Lavorazioni ante in legno

Lube Ambiente

Lube è servizio

Piani antibatterici ed eco-friendly

Ricerca e Innovazione

Sartoria

UltraClean e MicroStop

Uso e Manutenzione