^

LUBE SCONFITTA A NOVOSIBIRSK, E' SECONDA NEL GIRONE

Siberia amara per una Lube Banca Marche comunque da applausi nonostante la sconfitta, per l’ennesima dimostrazione di carattere sfoderata in questa stagione. Nel gelo di Novosibirsk i biancorossi perdono 3-1 al cospetto del Lokomotiv (è la seconda sconfitta europea, la terza stagionale) facendosi scavalcare nella classifica del Pool E proprio dai russi, e chiudendo dunque al secondo posto la fase a gironi della 2012 CEV Volleyball Champions League. E adesso, attendono di conoscere quale sarà la squadra da affrontare nei Playoffs 12 della massima competizione per club: la CEV effettuerà il sorteggio domani alle 14.30 in Lussembrugo, i maceratesi se la dovranno quindi vedere con una delle formazioni che hanno chiuso la Main Phase al primo posto, escludendo naturalmente il Novosibirsk. La partita Orfani del capitano Igor Omrcen, bloccato alla frontiera moscovita dell’aeroporto Sheremetyevo per un errore del Consolato russo di Roma sulla sua documentazione per l’ingresso in Russia, e rientrato a Macerata ieri sera dopo i prolungati e purtroppo vani tentativi di sistemare la questione sul posto, i biancorossi sono scesi in campo con il belga Van Walle a formare la diagonale d’attacco col palleggiatore Travica, da sottolineare anche la presenza al centro dello sloveno Pajenk in coppia con Podrascanin. Il primo set scorre costantemente sui binari dell’equilibrio, con i maceratesi che appoggiandosi soprattutto sugli uomini di banda (grande avvio in attacco per Savani, il quale sarà autore di 21 punti toali, che poi passa il testimone a Parodi) tengono brillantemente botta al regolarissimo cambio palla del Lokomotiv. Sul finale di set la squadra di casa trova comunque la zampata vincente grazie ad un contrattacco dell’opposto cubano Sanchez, la principale bocca da fuoco a disposizione del regista Butko, che firma un break di 2-0 fissando il 22-19 che stende la Lube Banca Marche. I russi chiudono 25-21, ma la sconfitta nel parziale d’apertura non demoralizza il sestetto cuciniero, che nel set successivo mostra anzi maggiore determinazione sfoderando in avvio una grande efficacia a muro. Proprio due blocchi vincenti di fila (il secondo di Pajenk) consentono ai biancorossi di volare sul 10-7 costringendo il tecnico Voronkov a fermare il gioco con un time out. I biancorossi presentano Kovar al posto di Van Walle, strappano applausi anche al pubblico di casa per la propria generosità in fase difensiva, ma vengono acciuffati sulla parità dal Lokomotiv a quota 16. Kovar trova il muro su Sanches che vale un nuovo break (19-17), annullato da un errore di Parodi che riporta la situazione sul 23 pari. Diventa un testa a testa infinito, che viene chiuso dai siberiani con una battuta vincente sul 32-30, dopo che la Lube Banca Marche si è vista annullare bene sei importantissime palle set. Stavolta sembrano accusare il colpo, ed al rientro in campo lasciano strada ai forti avversari già sul turno al servizio di Biryukov, che sancisce il 7-4 e quindi la fuga del Novosibirsk verso il possibile 3-0. Giuliani ripropone Van Walle, sembra davvero finita sul 22-17 per i padroni di casa e invece i biancorossi firmano un’autentica impresa partendo dal servizio di Pajenk (12 punti totali, 75% in attacco), che consente a Travica di impostare i contrattacchi per il sorpasso Lube, 23-22. E nel nuovo testa a testa che si registra ai vantaggi, in questa occasione è la Lube Banca Marche a chiudere sul 30-28, riaprendo clamorosamente la gara cavalcando l’ottima vena di un superlativo Marko Podrascanin (nel suo scout finale 14 punti, 71% in attacco su 17 palloni e 2 muri). Gara che però si chiude nel set successivo, quando Sanches (27 punti con 5 ace) va a martellare in maniera pesantissima ancora dai nove metri, scavando il solco (13-9) che lancia (stavolta si) la formazione siberiana verso la vittoria (25-17). La squadra maceratese rientrerà in Italia domani mattina, ma dall’aeroporto di Fiumicino si recherà direttamente a Piacenza, dove verrà raggiunta da Omrcen: domenica alle 18.00 nuovo ed importante impegno esterno di campionato proprio contro Zlatanov e compagni. Il tabellino LOKOMOTIV NOVOSIBIRSK: Zubkov n.e., Divis 11, Volvich n.e., Ashchev 6, Millar 11, Voronkov F., Biryukov 23, Sanches 27, Zhilin, Butko 3, Golubev (L), Dubrovin n.e.. All. Voronkov A.. LUBE BANCA MARCHE: Lampariello, Pajenk 10, Savani 18, Exiga (L), Parodi 12, Stankovic n.e., Kovar 3, Monopoli, Van Walle 13, Travica 3, Podrascanin 21. All. Giuliani. ARBITRI: Bakunovich (Bielorussia) – Kondakov (Ucraina). PARZIALI:25-21 (23’), 32-30 (36’), 28-30 34’), 25-17 (23’). NOTE: Novosibirsk bs 12, ace 7, muri 16, errori 5, ricezione 50% (30%prf), attacco 52%. Lube bs 23, ace 4, muri 10, errori 5, ricezione 49% (36%prf), attacco 47%.

LUBE+

Blum

Wooden door processing

Lube Environment

Research and Innovation

Tailoring

Use and Maintenance

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble