^

VITTORIA IN RIMONTA SU VERONA, LUNEDI' C'E' MONZA

Nella prima gara del girone dei quarti play off di scena al Palasport Fontescodella di Macerata, la Lube Banca Marche batte la Marmi Lanza Verona 3-1 (21-25, 25-21, 25-19, 25-22), compiendo il primo importante passo sulla strada che porta alla semifinale. Alla luce di questo risultato gli uomini di Alberto Giuliani domani (inizio alle 18.00) saranno spettatori interessati della sfida tra gli scaligeri e l’Acqua Paradiso Monza, la terza squadra del gruppo, che a sua volta sarà avversaria dei biancorossi lunedì (sempre alle 18.00), nella gara che emetterà il verdetto finale sul discorso qualificazione. Tutta in salita la partenza dei maceratesi, che ripresentano Kovar nei dodici, al rientro dopo l’infortunio alla caviglia di due settimane fa a Belluno. Con Postiglioni titolare al centro al posto dell’acciaccato Zingel, in avvio Verona sorprende infatti i padroni di casa con i velenosi turni al servizio di Kromm e Gasperini (8-3), i due uomini che con Popp (4 punti), nel corso del parziale riusciranno a sfruttare al meglio l’ottimo lavoro del muro-difesa, per capitalizzare al massimo il vantaggio accumulato inizialmente (5 punti per l’opposto sloveno). Macerata accusa evidenti difficoltà in ricezione (solo 50% di positività col 32% di perfette), ma riesce comunque a risalire fino al 21-23 trascinata dalle battute di Omrcen, poi si ferma lì. E’ nel secondo set che Lube Banca Marche ritrova un buon equilibrio in tutti i fondamentali, al cospetto di una Marmi Lanza fallosa in battuta (9 errori) ma molto efficace in attacco, tanto da portare sopra il 60% tutte le sue bocche di fuoco, con la sola eccezione di Kromm. Meoni innesca spesso e volentieri anche i primi tempi di Patriarca (5 punti, 80%), mentre sulla sponda maceratese Travica, ottimo anche a muro, ha buone risposte da Savani (5 punti) e dal solito Omrcen. E’ sempre lui l’uomo chiave, ed ancora dai nove metri: la sua terza battuta vincente della partita fissa il 18-15 in favore dei cucinieri, che metteranno al sicuro la parità già nell’azione successiva, quando Kromm spara out la palla che vale il +4. Chiuderà sul 25-21 Macerata (errore in battuta del neo entrato Ter Horst), che nel terzo parziale parte non a caso nuovamente con Omrcen in battuta, ricavandone un buon 4-0 iniziale che mette subito in discesa la strada dei cucinieri. Bravi in seconda linea con Exiga e Parodi (in ricezione su 13 palloni totali 83% per il primo e 86% per il secondo, autore anche di 4 punti), e sempre più efficaci in attacco grazie ancora ad Omrcen (5 punti, 57%) e ad un Savani in crescita esponenziale (5 punti con l’80%). Chiuderà Stankovic sul 25-19, mettendo in apparenza a terra una Verona che nel quarto parziale non molla neppure dopo le due battute vincenti (stavolta) di Parodi (13-10) che danno il là ad un buon allungo della squadra di Giuliani (muro di Savani che scrive il 16-11). Kromm mette a terra addirittura il pallone del 20-21, ma la Lube Banca Marche stavolta non concede ulteriori sconti. Chiude Savani, Mvp e top scorer con 21 punti totali (58% in attacco), con un mani out che fissa il 25-22 e quindi il 3-1. LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Lampariello, Savani 21, Exiga (L), Parodi 15, Stankovic 8, Travica 1, Omrcen 17, Podrascanin 3. Non entrati Pajenk, Kovar, Monopoli, Van Walle. All. Giuliani. MARMI LANZA VERONA: Popp 8, Kosmina 1, Ter Horst 1, Calderan, Meoni, Smerilli (L), Patriarca 8, Zingel 2, Casarin 1, Kromm 10, Postiglioni 9, Gasparini 15. All. Bagnoli. ARBITRI: Satanassi, Vagni. NOTE - Spettatori 1920, incasso 6530, durata set: 30', 26', 25', 32'; tot: 113'.

LUBE+

Blum

Wooden door processing

Lube Environment

Lube is Service

Anti-bacterial and eco-friendly surfaces

Research and Innovation

Tailoring

UltraClean and MicroStop

Use and Maintenance

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble