^

ESORDIO VINCENTE IN CAMPIONATO, 3-1 A SAN GIUSTINO

Buona la prima in campionato della cucine Lube Banca Marche, che dopo la vittoria in Supercoppa con Trento, esce dalla sfida di San Giustino con l’intera posta in palio ed anche nuovi spunti su cui lavorare negli allenamenti dei prossimi giorni, dettati soprattutto dal calo che nel secondo parziale ha permesso ai padroni di casa di vincere in sicurezza, riportando la situazione set momentaneamente in parità. Finisce 3-1 (25-20, 17-25, 25-20, 25-19), e si tratta di una vittoria che consente alla squadra campione d’Italia di allungare di portare a cinque le stagioni consecutive che hanno visto i biancorossi vincenti all’esordio in Regular Season (ultima sconfitta nel 2007 a Modena). Mvp della gara ancora Ivan Zaytsev, autore di 21 punti con il 56% in attacco su 27 schiacciate, 4 ace, 2 muri). La partita In campo con lo stesso sestetto iniziale di Supercoppa (Zaytsev confermato nelle vesti di opposto-ricevitore, Travica al palleggio, Parodi e Savani i martelli di mano, Podrascanin e Stankovic al centro, Henno libero), nel parziale d’apertura i campioni d’Italia trovano lo strappo decisivo al rientro in campo dal primo time out tecnico, quando Stankovic va in battuta. Il serbo manda letteralmente in tilt la ricezione degli umbri, che nello stesso turno dai nove metri subiscono due ace e due contrattacchi di Savani (7 punti nel set, 64% in attacco), buoni per spedire la Cucine Lube Banca Marche sul 16-11. Alla squadra di Giuliani, che subito dopo inserisce Kovar al posto di Parodi, e successivamente troverà anche due battute vincenti di Zaytsev (4 punti), basta dunque amministrare il cambio palla per chiudere agevolmente sul 25-20, con un errore al servizio degli umbri (di Van Den Dries) a cui non basta l’ottima partenza dello sloveno Cebulj (7 punti, 71%), che con il collega di posto 4 Fiore (6 punti) è il più cercato dal regista Mc Kibbin. Torna in campo Parodi nel secondo set, che vede i maceratesi sempre costretti ad inseguire: un muro a tre su Parodi regala il 9-7 ai padroni di casa, che poi allungano sul 12-9 con un errore di Zaytsev. Giuliani prova a scuotere i suoi prima inserendo Pajenk al centro per Stankovic, quindi la diagonale d’attacco formata da Monopoli e dall’applauditissimo Starovic. Ma la musica non cambia, con la Cucine Lube Banca Marche che non incide più in battuta (7 errori, per gli umbri 90% in ricezione) e soprattutto denuncia evidenti difficoltà in attacco (muro di Cebuly e De Togni su Starovic per il 19-13, per i biancorossi solo 28% di positività), fondamentale in cui l’Altotevere riesce invece a sfoderare grande solidità appoggiandosi sugli uomini di banda (altri 5 punti per Cebulj). Sul 15-22 tornano Travica e Zaytsev, ma ormai il set non è più in discussione. San Giustino vince 25-17. Basta la strigliata di Alberto Giuliani nell’intervallo per riportare la squadra campione d’Italia sui binari del primo set, facendo leva su un efficacissima ricezione (89% Parodi, 75% Henno). La chiave della fuga stavolta è da ricercare nella battuta tattica di Parodi, che crea non poco scompiglio nella metà campo avversaria, e nella contemporanea efficacia del muro: i due blocchi consecutivi di Zaytsev e Savani valgono il 10-7, il massimo vantaggio arriva invece sul 13-8 propiziato da un errore in attacco di Cebuly. Il tecnico di casa Fenoglio prova in regia la carta Torre, che regala subito sicurezza ed efficacia alle sue bocche di fuoco, soprattutto a Van Den Dries (8 punti, 67%), riportando decisamente in gara San Giustino. Gli umbri risalgono fino al 18-19, a togliere le castagne dal fuoco in favore dei maceratesi ci pensa allora Zaytsev (8 punti, 70%), incisivo sia dai nove metri (ace del 21-18) che da posto 2 (successivo contrattacco vincente del nuovo +4). Finisce 25-20, ed il quarto set diventa quasi passerella per i cucinieri, che mostrano decisamente i muscoli agli avversari, ben orchestrati da un ottimo Dragan Travica. Non c’è praticamente storia, chiude un errore in battuta dell’Altotevere. Il tabellino ALTOTEVERE SAN GIUSTINO: Fiore 11, Van Den Dries 20, Guttmann, Mc Kibbin 1, Coali n.e., Gradi n.e., Cesarini (L), Bohme 2, Mattioli 1, Torre, De Togni 7, Lo Bianco (L), Cebulj 15. All. Fenoglio. CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Lampariello n.e., Pajenk, Savani 14, Zaytsev 21, Parodi 6, Stankovic 6, Kovar, Monopoli, Henno (L), Travica 1, Starovic, Podrascanin 11. All. Giuliani. ARBITRI: La Micela (TN) – Gnani (FE). PARZIALI: 20-25 (27’), 25-17 (29’),20-25 (29’), 19-25 (27’). NOTE: Spettatori 1880, incasso 9800 Euro. Altotevere bs 21, ace 3, muri 6, errori 8, ricezione 59% (44% prf), attacco 48%. Lube bs 17, ace 6, muri 10, errori 9, ricezione 75% (43% prf), attacco 50

LUBE+

Blum

Wooden door processing

Lube Environment

Lube is Service

Anti-bacterial and eco-friendly surfaces

Research and Innovation

Tailoring

UltraClean and MicroStop

Use and Maintenance