^

SCHIACCIATO IL LENNIK, LUBE PRIMA NEL GIRONE EUROPEO

Missione europea compiuta con lode: bastava un punto per chiudere la prima fase dalla 2013 CEV Volleyball Champions League da prima classificata del Pool D davanti agli sloveni del Lubiana (vittoriosi 3-1 in Germania e qualificati da secondi), ma contro i belgi dell'Asse-Lennik la Cucine Lube Banca Marche è andata oltre, conquistando la quinta vittoria su sei partite disputate nell'attuale edizione della competizione continentale per club. E' finita 3-0, con parziali piuttosto netti: 25-13, 25-10, 25-20. Una vittoria che ai campioni d'Italia mancava da ben tre gare, considerando le due battute d'arresto in campionato con Modena e Cuneo, e quella di mercoledì scorso a Lubiana, e che si veste dunque di tutti i buoni auspici del caso in vista dell'importante match di Regular Season in programma domenica prossima al Fontescodella contro vibo Valentia, decisivo per mantenere il secondo posto nella griglia delle otto finaliste di Coppa Italia. Ancor prima, però, l'attenzione dei biancorossi sarà naturalmente rivolta al sorteggio in programma domani alle 15.00 in Lussemburgo, relativo agli accoppiamenti per i Platyoffs 12 della Champions League. Grazie al primato nel girone della Main Phase la formazione di Alberto Giuliani eviterà almeno nel prossimo turno lo scontro con un'altra compagine italia, dato che anche Trento e Cuneo si sono classificate prime nei rispettivi gironi. La partita Una gara praticamente a senso unico, questa con il Lennik fanalino di coda del Pool D, che ha dunque chiuso la propria esperienza nell'attuale Champions League rimanendo a secco di vittorie. Alberto Giuliani ha lasciato inizialmente a riposo Ivan Zaytsev proponendo l’olandese Kooy nella diagonale di posto 4 con Parodi, quindi il convalescente Sasa Starovic opposto al palleggiatore Travica, i serbi Podrascanin e Stankovic al centro, ed il francese Henno libero. Senza storia il parziale d'apertura, in cui i maceratesi prendono il largo in maniera già decisiva quando Travica si porta sulla linea dei nove metri per il suo turno di battuta: il regista dei maceratesi manda il tilt la ricezione belga consentendo ai suoi di allungare dall’8-7 fino al 13-7, con due muri rispettivamente di Stankovic e Parodi, che insieme a Kooy (5 punti col 67%) si rende protagonista anche in fase di contrattacco (per il martello azzurro 7 punti, 100% di positività nelle schiacciate e anche un ace). Finisce 25-13. La stessa trama va in scena anche nel parziale successivo, in cui i biancorossi continuano a martellare col servizio (3 ace per Starovic, uno a testa per Parodi e Kooy, top scorer del parziale con 7 punti e il 67% di efficienza in attacco), e riescono a scavare subito un ottimo gap appoggiandosi sull’efficacia a muro dei suoi centrali. Sul 14-4 Alberto Giuliani sperimenta concede il campo alla diagonale d’attacco Monopoli-Zaytsev, quindi sul 23-9 anche al giovane Randazzo al posto di Parodi. Chiuderà proprio lui, attaccando in pipe per il punto del 25-10. E’ decisamente una passerella biancorossa anche nel terzo, conclusivo set, in cui il tecnico lascia in campo Monopoli e Zaytsev, dando spazio anche ad Alen Pajenk al centro al posto di Podrascanin, e nuovamente a Randazzo per Parodi. Lo chiude un errore dei belgi, sul 25-20. Il tabellino CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Lampariello n.e., Pajenk 2, Zaytsev 6, Parodi 9, Stankovic 1, Monopoli 1, Henno (L), Travica 2, Randazzo 1, Starovic 8, Kooy 17, Podrascanin 2. All. Giuliani. EUPHONY ASSE-LENNIK: Jarmoc, Kruyner, Lecat n.e., Piovarci 7, Radic 8, Verbomeen 3, De Sweert 2, Ramma 5, Vershureeren 2, Achten n.e., Plot (L). All. Klok. ARBITRI: Simonovic (SRB) - Collados (FRA). PARZIALI: 25-13 (19’), 25-10 (18’), 25-20 (23'). NOTE: Lube bs 10, ace 9, muri 7, errori 6, ricezione 61% (45%prf), attacco 51%. Lennik bs 13, ace 1, muri 7, errori 8, ricezione 52% ( 36%prf), attacco 32%.

LUBE+

Blum

Wooden door processing

Lube Environment

Research and Innovation

Tailoring

Use and Maintenance

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble