^

VITTORIA IN RIMONTA CON L'ANDREOLI LATINA (3-1)

Nessuna sorpresa nel risultato finale del testa-coda andato in scena al Palasport Fontescodella di Macerata, dove la Cucine Lube Banca Marche ha battuto 3-1 l'Andreoli Latina (22-25, 25-21, 25-22, 25-20) consolidando ulteriormente il primato in graduatoria, con 5 punti di vantaggio su Piacenza. I marchigiani di Alberto Giuliani, oggi orfani di Stankovic (influenzato, in campo Patriarca) e Paparoni (schiena), hanno comunque dovuto sudare per conquistare la loro dodicesima vittoria in campionato su tredici gare disputate. Il tecnico di San Severino Marche, che ha optato per il turn over in prospettiva Champions League (giovedì sera a Piacenza il ritorno dei Playoffs 12) inserendo per la prima volta Martino nello starting six, nel corso della partita ricorre a piene mani ed in maniera capillare ai suoi uomini della panchina. Già nel primo parziale, quando denotando un pessimo approccio (solo Zaytsev sopra al 50% in attacco la Lube si trova costantemente ad inseguire un Andreoli aggressiva, concreta nel cambio palla (sugli scudi Starovic, top scorer finale con 20 punti, e la coppia di schiacciatori De Rocco-Fragkos, tutti innescati con maestria da Sottile) e pungente dalla linea dei nove metri. Specie con il centrale Verhees: sono proprio le battute del belga che consentono ai compagni di scavare il primo gap per i pontini sul 16-13, e c’è il suo zampino pure nel finale, segnato dall’equilibrio fino al contrattacco di Fragkos e dal muro di Gitto, che valgono il 25-21. Macerata ritrova i suoi equilibri nel secondo set, mette in difficoltà i pontini col servizio di Martino (poi lascerà definitivamente il posto a Parodi), ritrova soprattutto l’efficacia in attacco di Kurek, che passa dal 17% del parziale d’apertura all’88% di questo successivo (7 punti nel set, 18 finali come Zaytsev), in cui la squadra marchigiana allunga dal 17 pari al 21-18 con un contrattacco vincente di Podrascanin ed un errore di Starovic, che si sbaglierà successivamente al servizio fissando il 25-21 per gli avversari. Che da qui in avanti avranno vita facile, merito di un Henno formato gigante in difesa ma soprattutto del muro, il fondamentale con cui la formazione di Giuliani porta la sfida (definitivamente) sul proprio binario: è il blocco vincente di Baranowicz a conquistare il primo gap sul 12-10, i muri dell'Mvp Patriarca (9 punti, 71% in attacco e 4 muri) su Verhees e di Parodi su Starovic chiudono poi in cassaforte il 25-22 e quindi il 2-1, allontanando ogni possibile sorpresa sul tabellino finale. Il quarto set si gioca sul punto a punto solo fino al time out tecnico, poi Latina depone le armi. VIDEO CHECK 1° SET 21-23 (attacco Patriarca): Video check richiesto da Macerata per verifica palla in/out, decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (21-24). 2° SET 7-8 (attacco Fragkos): Video check richiesto da Latina per verifica palla in/out, decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Latina (8-8). 8-11 (muro Gitto): Video check richiesto da Latina per verifica palla in/out, decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Macerata (9-11). 22-19 (pallonetto De Rocco): Video check richiesto da Latina per verifica palla in/out, decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Macerata (23-19). 4° SET 19-15 (invasione Zaytsev): Video check richiesto da Macerata per verifica invasione a rete, decisione arbitrale invertita, si ripete l’azione. 24-20 (servizio Gitto): Video check richiesto da Latina per verifica palla in/out, decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Macerata (25-20). Il tabellino CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Henno (L), Parodi 7, Zaytsev 18, Patriarca 9, Kovar, Martino 4, Monopoli, Giombini 1, Kurek 18, Baranowicz 3, Podrascanin 8. All. Giuliani. ANDREOLI LATINA: De Rocco 9, Rossini (L1), Gitto 6, Sottile 1, Michalovic n.e., Skrimov n.e., Verhees 7, Tailli, Paris, Noda Blanco n.e., Starovic 20, Fragkos 14. All. Santilli. ARBITRI: Gnani (FE) – Padoan (VE). PARZIALI: 22-25 (26’), 25-21 (29’), 25-22 (29'), 25-20 (24'). NOTE: Spettatori 1820, incasso 9070 Euro. Lube bs 20, ace 4, muri 8, errori 8, ricezione 59% (42% prf), attacco 53%. Latina bs 19, ace 4, muri 6, errori 10, ricezione 45% (28% prf), attacco 47%.

LUBE+

Blum

Wooden door processing

Lube Environment

Lube is Service

Anti-bacterial and eco-friendly surfaces

Research and Innovation

Tailoring

UltraClean and MicroStop

Use and Maintenance

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble