^

Si resta in vetta: battuta anche Molfetta (3-1)

Tanti applausi ma niente sconti tanti ex biancorossi tornati nelle Marche con la maglia dell’Exprivia Molfetta: dal bomber Sabbi (oggi top scorer con 22 punti) al giovane Partenio (ben tre tricolori giovanili con la Lube), fino all’ancor più baby Vitelli, esordiente nella massima serie proprio con i cucinieri, due stagioni fa.

Contro la formazione di Gulinelli capitan Stankovic e compagni balbettano un set ma si impongono 3-1 (25-15, 22-25, 25-20, 25-17), conquistando la loro vittoria numero undici in dodici giornate di SuperLega Unipolsai, utile a mantenere il primato solitario in graduatoria (allungando a due i punti di vantaggio su Trento, oggi vittoriosa al tie break con Monza) in vista del big match di domenica prossima a Modena, per l’ultima di andata.

La partita

Primi due set decisi dall’efficacia del servizio. Nel primo sono le bordate di Sokolov e la float di Candellaro a scavare un gap immediato per i marchigiani (11-8), che poi prendono decisamente il largo forti di un attacco ad altissima efficacia in posto 4 (80% sulle schiacciate sia per Juantorena che per Cebulj, tornato titolare e spesso chiamato in causa con la pipe) e anche sulle vie centrali (100% per Stankovic e Candellaro). Massimo vantaggio Lube sul 20-14 firmato da Sokolov, finisce 25-15 dopo un muro di Juantorena su Polo.

Nel secondo parziale i padroni di casa sono avanti 18-15 con un ace di Cebulj ed il successivo contrattacco vincente di Juantorena. Quando la situazione sembrava insomma ben salda nelle mani di Christenson e compagni, ecco invece la rimonta dell’Exprivia Molfetta, trascinata dal turno in battuta di Olteanu, che guadagna la parità a quota 18 (ben 5 gli ace dell’Exprivia nel set), e dal sangue freddo di Joao Rafael (6 punti col 60%, stesso bottino per Sabbi che attacca invece col 67%), che sancisce il sorpasso ospite murando Sokolov, e poi conquista anche il break mettendo a terra un contrattacco (20-18). I pugliesi chiudono il set sul 25-22 a proprio favore. E continueranno a dar filo da torcere ai propri avversari anche nel terzo, tanto da riuscire a rimontare dal 7-10 al 13-11 (muro vincente di Sabbi), per poi però arrendersi dinanzi all’ennesimo turno al servizio decisivo della sfida, che stavolta è di Tsvetan Sokolov (7 punti). Con i suoi ace consecutivi la Cucine Lube Civitanova, che getta nella mischia Kaliberda al posto di Cebulj, vola sul 18-15 e va a chiudere 25-20, mettendo in vetrina un ritrovato cambio palla (5 punti e 83% di efficacia in attacco per Juantorena, che insieme a Sokolov è il più servito da Christenson) e anche buone giocate in difesa con Pesaresi protagonista.

Il quarto parziale diventa subito un monologo grazie al gran turno in battuta di Kaliberda (12-5). Chiude Juantorena con una pipe, 25-17. Tsvetan Sokolov è l’Mvp, per lui 20 punti (54% di efficacia su 26 attacchi e 6 ace).


Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 20, Candellaro 10, Pesaresi (L), Kaliberda 5, Juantorena 21, Casadei n.e., Stankovic 7, Kovar n.e., Christenson 1, Cester n.e., Grebennikov, Corvetta n.e., Cebulj 9. All. Blengini.

EXPRIVIA MOLFETTA: Polo 2, Vitelli 6, Jimenez, Partenio, Del Vecchio, Rafael 12, Pontes 2, Olteanu 10, Sabbi 22, De Pandis (L), Porcelli n.e., Hendriks n.e., Cormio n.e.. All. Gulinelli.

ARBITRI: Zanussi (TV) – Frapiccini (AN).

PARZIALI: 25-15 (22’), 22-25 (29’), 25-20 (27’), 25-17 (26’).

NOTE: Spettatori 3347, incasso Euro 29868. Lube bs 18, ace 13, muri 7, ricezione 48% (33% prf), attacco 67%, errori 2. Molfetta bs 15, ace 8, muri 5, ricezione 46% (22% prf), attacco 51%, errori 8.


LUBE+

Blum

Wooden door processing

Lube Environment

Lube is Service

Anti-bacterial and eco-friendly surfaces

Research and Innovation

Tailoring

UltraClean and MicroStop

Use and Maintenance