^

Vittoria 3-0 anche a Sora, la Lube riparte in SuperLega

Missione compiuta per la Cucine Lube Civitanova al PalaPolsinelli di Sora: i campioni d’Italia conquistano l’intera posta in palio superando in tre set la Biosì Indexa, riprendendo la marcia in SuperLega e mantenendo così intatte le distanza da Perugia (-4) e Modena (+2), le dirette avversarie in classifica anch’esse vincenti per 3-0 nel settimo turno di ritorno di Regular Season.

Match dominato dal primo all’ultimo punto dagli uomini di Medei, che schiera una Lube inedita con tre schiacciatori in campo (turno di riposo concesso all’opposto bulgaro Tsevtan Sokolov) ma capace di gestire al meglio questa nuova situazione tattica. I cucinieri dominano a muro (8-1) e piazzano ben 10 ace alla ricezione avversaria, trovando come unico scoglio il servizio dell’opposto di Sora Petkovic, capace di mettere a segno 6 battute vincenti. Quasi doppia la percentuale di attacco Lube (61% contro il 36% di Sora), Christenson guida al meglio i suoi firmando addirittura 10 punti personali (4 ace e 3 muri). Il top scorer è Sander con 15 punti (65%), votato MVP dai giornalisti presenti, invece, Juantorena con 13 punti e 62% in attacco.

La partita

Turno di riposo per l’opposto Sokolov, Medei sceglie la formazione con tre schiacciatori in campo: Sander, Juantorena e Kovar in diagonale con Christenson. Al centro la coppa Stankovic-Cester con Grebennikov libero. Barbiero come da previsione sceglie Nielsen in banda, per il resto formazione tipo per Sora.

E’ subito break Lube con Juantorena e il servizio di Christenson (0-3), e la solita coppia italo-americana favorisce anche il +5 biancorosso (3-8). Devastante poi il turno in battuta di Sander (83% in attacco per lo statunitense): i campioni d’Italia piazzano uno 0-6 che segna già l’esito del primo set (4-14). Tre errori di fila in attacco dei cucinieri permettono alla Biosì Indexa di risalire fino al 9-14, solo un lampo dei laziali perché capitan Stankovic e un filotto al servizio di Juantorena (tre ace consecutivi, 11-23) consegnano il parziale definitivamente in mano ai campioni d’Italia (13-25 con il primo tempo messo a segno da Cester). Già 5 ace e 4 muri a fine set per i biancorossi.

Sora prova a reagire nel secondo set partendo proprio dall’arma in più della Lube nel primo set, il servizio: Petkovic piazza addirittura quattro ace di fila e porta avanti la Biosì per la prima volta (11-8), annullando le due invenzioni di Christenson che avevano regalato il break ai cucinieri. E naturalmente dai nove metri arriva la rimonta Lube: il regista statunitense e Juantorena firmano il controsorpasso (13-14), ad allargare il break ci pensano Kovar a muro e un altro ace di Sander (16-19). Non finisce qui perché ancora un servizio vincente di Petkovic (il quinto del set) e un attacco del neoentrato Fey riportano Sora in parità (19-19): a chiudere la questione la coppia Usa Sander-Christenson al servizio, 20-25 e set in cassaforte. Per il palleggiatore a stelle e strisce addirittura 6 punti e top scorer Lube del parziale.

La Lube approfitta subito nel terzo set dell’errori in attacco di Petkovic (4-6), sistema il cambio palla con i primi tempi di Cester e Stankovic e va a +4 con il contrattacco di Kovar (8-12). L’attacco biancorosso con il sistema dei tre schiacciatori continua a girare bene e Juantorena mette giù prima il 10-15, poi mura Petkovic per l’11-17. Break che si rivela decisivo, gli uomini di Medei gestiscono senza problemi anche la situazione tenendo l’attacco sempre su alte percentuali (16-22): c’è anche spazio per Milan in campo per Sander insieme a Candellaro per Stankovic, proprio lo schiacciatore veneto chiude il match con gli ultimi due attacchi (19-25).

Il tabellino

BIOSì INDEXA SORA: Marrazzo, Penning, Farina n.e., Caneschi 4, Fey 3, Lucarelli n.e., Santucci (l), Nielsen 6, Rosso 3, Mattei 1, Duncan Thibault 1, Seganov 2, Mauti (l), Petkovic 12. All. Barbiero.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov n.e., Candellaro, Sander 15, Marchisio n.e., Juantorena 13, Casadei n.e., Stankovic 10, Kovar 7, Grebennikov (l), Christenson 10, Cester 4, Milan 2, Zhukouski n.e. All. Medei.

ARBITRI: Venturi (To); Saltalippi (Pg).

PARZIALI: 13-25 (20’); 20-25 (23’); 19-25 (26’).

NOTE: 1711 spettatori, incasso: 8911,00 Euro. Sora: 8 battute sbagliate, 7 aces, 1 muro vincente, 25% in ricezione (11% perfette); 36% in attacco. Lube: 13 b.s., 10 aces, 8 m.v., 42% in ricezione (22% perfette). Votato miglior giocatore: Juantorena.

LUBE+

Blum

Ejecuciones de puertas de madera

Lube Environment

Lube es servicio

Encimeras antibacterianas y ecológicas

Investigación e innovación

Trabajos a medida

UltraClean y MicroStop

Uso y Mantenimiento