^

TRENTO, LE DICHIARAZIONI DEI BIANCOROSSI NEL POST PARTITA

JIRI KOVAR: “E’ sempre molto difficile giocare a Trento, con il pubblico che trascina la squadra, però siamo stati sempre a contatto con gli avversari, non abbiamo mollato e alla fine abbiamo portato a casa il risultato e tre punti importanti. Davvero decisivo il terzo set, con un finale difficile dove è uscito anche fuori un cartellino rosso, però noi ci stiamo allenando tanto proprio per queste partite punto a punto, e i risultati si vedono. Si è chiusa nel modo migliore questa settimana di partite importanti, ma non è finita: mercoledì ci attende il match con una squadra di tutto rispetto come Città di Castello”. MICHELE BARANOWICZ: “Nella storia di ognuno di noi c’erano pochissime vittorie qua al Pala Trento, avevamo voglia di vincere e di riscattarci per la sconfitta in Supercoppa, è andata bene perché i trentini nei primi tre set hanno giocato ad alto livello. Nel primo set abbiamo dominato in battuta, poi siamo un po’ calati in quel fondamentale ma abbiamo tenuto i nervi saldi, poi nel quarto set è calato invece il loro opposto e siamo arrivati al successo”. ALBERTO GIULIANI: “Una bella vittoria, soprattutto perché viene dopo i cinque set disputati dopo Novosibirsk, temevamo molto i cali di concentrazione. Ho visto grossa fatica da parte di tutte e due le squadre a tenere alta la concentrazione ma, lo sappiamo, è dovuto ai ritmi elevati che teniamo per giocare in campionato e Champions. Tutti hanno giocato una buona gara, con Kurek influenzato e che ha fatto fatica proprio fisicamente oltre che mentalmente. Se tre indizi fanno una prova, posso dire che non sia un caso aver vinto diversi set molto importanti punto a punto. La squadra rispetto ad un mese fa è cresciuta, abbiamo lavorato tanto, e allenandosi può trovare livelli davvero eccezionali di gioco. Ora dobbiamo rimanere con la testa verso il prossimo impegno con Città di Castello. Questa vittoria è per i tifosi, per il pullman di appassionati che ha fatto tanti chilometri per vederci giocare”. IVAN ZAYTSEV: “Siamo contenti di aver portato a casa i 3 punti dal Pala Trento in una partita molto sentita dalla nostra squadra e dalla società. Abbiamo dimenticato la partita di Supercoppa, in quella gara non eravamo noi stessi e dopo l’impegno con il Kazan ci siamo sbloccati. Abbiamo trovato continuità e buon rendimento, c’è qualche calo ma stiamo giocando bene a pallavolo. Oggi non avevamo tutti al massimo, ma in campo si è vista la voglia di vincere da parte di tutti i giocatori, perché una vittoria a Trento dà veramente gusto, un successo che vale tanto”. MARKO PODRASCANIN: “Il momento decisivo è stato nel terzo set, nonostante le tensioni finali abbiamo avuto grande carattere. Nel quarto set siamo tornati a giocare a un livello alto e abbiamo trovato una grandissima vittoria. In questo palazzetto avevamo perso la Supercoppa, e oggi ci siamo presi una bella rivincita, dimostrando di essere una squadra forte sul campo. E’sempre bello espugnare il Pala Trento”. HUBERT HENNO: “Personalmente questa vittoria a Trento è una grande soddisfazione, perché da quando sono in Italia, 8 anni, non avevo mai vinto in terra trentina, quindi sono doppiamente contento. Abbiamo fatto un mese di inferno e abbiamo vinto tutte le partite, ora dobbiamo chiudere questo ciclo vincendo in casa con Città di Castello, ma adesso mi godo questa vittoria. La sconfitta di Supercoppa ci ha fatto bene, adesso abbiamo azzerato tutto e siamo ripartiti col piede giusto, con tanta umiltà, si vede in allenamento e in partita: questo è l’atteggiamento giusto. Trento è un avversario difficile e vincere qua ci regala tre punti importanti per la classifica”.

LUBE+

Blum

Travail sur portes en bois

Environnement Lube

Recherche et innovation

Sur mesure

Utilisation et Entretien

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble