^

LA LUBE RITROVA IL SORRISO IN TRASFERTA: CUNEO ESPUGNATA AL TIE BREAK

Finalmente sfatato il tabù trasferta. La Cucine Lube Banca Marche espugna Cuneo al tie break nel turno infrasettimanale valido per la 9ª giornata di ritorno della Regular Season (23-25, 25-15, 25-21, 23-25, 15-12) tornando dunque a sorridere lontano dai propri tifosi a distanza di un mese e mezzo dalla vittoria dell'11 a Molfetta, cui in trasferta erano seguite tre sconfitte di fila, considerando anche la Champions League.
Biancorossi che mettono in vetrina un Ivan Zaytsev stellare (35 punti totali, 67% in attacco su 42 palloni, 3 muri e 4 ace), risultano ancora sbaglioni al servizio (ben 29 errori), ma stavolta sono determinatissimi nel decisivo quinto set (il terzo di fila in trasferta), vinto 15-12 dopo aver recuperato dal -3.
Con i due punti incanalati gli uomini di Alberto Giuliani mantengono la prima posizione in classifica seppur con un vantaggio ridotto ora a 4 lunghezze su Piacenza, che stasera ha vinto per 3-0 su Trento e deve ancora recuperare una gara (con Ravenna).

La partita
Biancorossi in campo con Kurek che torna dall’inizio a formare la diagonale di posto 4 con Kovar. Nei padroni di casa c’è Coscione al palleggio in diagonale con Casadei, mentre Antonov e Maruotti sono i martelli di mano.
La partenza dei maceratesi è delle peggiori, colpa di un attacco che si dimostra concreto solo con Zaytsev (9 punti, 69% in attacco) e Kovar (4 punti), ma soprattutto dei troppi errori al servizio (ben 11), che alla fine impediranno alla squadra di Giuliani, sempre costretta ad inseguire, di confezionare la rimonta proprio nel momento più caldo. Dal 12-16, punteggio in cui si registra l’ingresso in campo di Parodi per Kurek, Macerata arriva al 19-20 dopo un attacco out di De Togni. Poi lascia scappare nuovamente gli avversari (19-22 e 21-24), prima di cedere 23-25 dopo aver annullato ai piemontesi due set point.
Di tutt’altro stampo la Cucine Lube Banca Marche del secondo set, che lascia Parodi nello starting six (il martello ligure chiuderà la gara con 14 punti, 58% in attaco, 3 muri e 59% in ricezione su ben 27 palloni9. I cucinieri scappano già in avvio affidandosi al muro (due vincenti per Podrascanin e uno per Zaytsev, 8-3), dopodiché mantengono il largo vantaggio appoggiandosi su un cambio palla finalmente regolare, grazie anche al servizi più fluido rispetto al parziale precedente (comunque 5 errori). E’ sempre capitan Zaytsev il principale punto di riferimento in attacco della formazione marchigiana, che viaggia decisamente sul velluto (57% in attacco contro il 33% dei padroni di casa). Mentre dall’altra parte coach Piazza prova a ruotare gradualmente in campo tutti gli uomini della sua rosa (il primo ad entrare è Rouzier per Casadei, poi Rauwerdink per Antonov, Gonzalez e anche Alletti), senza però riuscire a raddrizzare la situazione. E’ del solito Zaytsev (altri 6 punti, 62%)la schiacciata che fissa il 25-15 finale.
Nel terzo parziale Cuneo lascia sotto rete Rouzier per Casadei mentre Giuliani, dopo il 10-7 arrivato grazie a due errori di fila dei piemontesi (attacchi out di Mauotti e Rouzier), getta nuovamente nella mischia Kurek (ma al posto di Kovar, che tornerà nel finale) quando la Bre Banca prova a rifarsi sotto. La squadra di Piazza pareggia comunque, a quota 13, grazie a due muri di fila firmati da Antonov. Dura poco, perché a togliere le castagne dal fuoco in favore dei marchigiani ci pensa nuovamente uno Zaytsev mostruoso (chiuderà con ulteriori 10 punti, 75% in attacco, 3 ace e 1 muro), stavolta firmando i tre ace di fila che scavano il nuovo gap (17-13) per la Cucine Lube Banca Marche. Decisivo. Piazza prova la rimonta con la diagonale Gonzalez-Casadei, la Lube chiude sul 25-21 con Kovar.
Nel quarto set sono due ace di Antonov a lanciare la fuga della Bre Banca, che mantiene in campo Gonzalez e Casadei e chiude 25-23 risultando molto costante nel cambio palla e sfruttando al massimo gli ulteriori 7 errori in battuta della cucine Lube Banca Marche. Verdetto della gara rimandato quindi al tie break, che vede cuneo prendere subito in mano le redini del gioco grazie ad un errore di Kovar ed al successivo punto di Gonzalez (2-5). I biancorossi pareggiano a quota 7 dopo un errore di Casadei, sul turno al servizio di Monopoli entrato per Kovar. Il primo vantaggio break biancorosso nel parziale arriva sull11-9, con un attacco out di Antonov. Un invasione a rete dei piemontesi regala poi il 13-10 alla squadra di Giuliani, che si conquista tre set ball con un attacco in diagonale di Zaytsev, e chiude al terzo tentativo, sul 15-12, con Kovar, autore nella partita di 17 punti (52% in attacco).

VIDEO CHECK
1° SET
11-10 (Attacco Kovar): Video check richiesto da Macerata per verifica invasione a rete, decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Cuneo (12-10).
24-21 (Attacco Kovar): Video check richiesto da Cuneo per verifica invasione a rete, decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Macerata (24-22).
24-22 (muro Parodi): Video check richiesto da Macerata per verifica in/out, decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Macerata (24-23).

4° SET
7-6 (attacco Kovar): Video check richiesto da Macerata per verifica invasione a rete, decisione confermata, punto assegnato a Cuneo (7-7)
8-9 (attacco Zaytsev out): Video check richiesto da Macerata per verifica invasione a rete, decisione confermata, punto assegnato a Cuneo (9-9)
22-20 (muro De Togni): Video check richiesto da Cuneo per verifica in/out, decisione confermata, punto assegnato a Macerata (22-21)

5° SET
12-10 (invasione Cuneo): Video check richiesto da Cuneo per verifica invasione a rete, decisione confermata, punto assegnato a Macerata (13-10)
13-11 (Attacco Zaytsev): Video check richiesto da Cuneo per verifica in/out, decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Macerata (14-11).
Il tabellino
BRE LANNUTTI CUNEO: Rauwerdink, Antonov 13, Machisio (L), Gonzalez 1, De Pandis (L), Casadei 9, Kohut 8, Alletti 4, De Togni 8, Coscione, Rouzier 6, Maruotti 10. All. Piazza. CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Henno (L), Parodi 14, Zaytsev 35, Stankovic 4, Patriarca n.e., Kovar 17, Martino n.e., Monopoli, Giombini, Kurek 1, Baranowicz 4, Podrascanin 9. All. Giuliani.
ARBITRI: Sobrero (SV) - Boris (PV).
PARZIALI: 25-23 (27’), 15-25 (21’), 21-25 (25’), 25-23 (32’), 12-15 (19’).
NOTE: Cuneo bs 18, ace 4, muri 7, errori 9, ricezione 54% (30% prf), attacco 44%. Lube bs 29, ace 9, muri 9, errori 10, ricezione 45% (34% prf), attacco 60%.

LUBE+

Blum

Travail sur portes en bois

Environnement Lube

Recherche et innovation

Sur mesure

Utilisation et Entretien

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble