^

SBANCATA LATINA (3-0) NELL'ANDATA DEI QUARTI DI COPPA ITALIA

Panettone e spumante meritati per la Cucine Lube Banca Marche, che chiude il suo 2015 con una vittoria importantissima. I biancorossi espugnano infatti il Pala Bianchini di Latina battendo la Ninfa per 3-0 (25-20, 25-16, 25-20), nella sfida di andata dei quarti di finale della Del monte Coppa Italia.
E si ritrovano quindi con un piede nella final four che andrà in scena il 6 e 7 febbraio al Forum di Assago: per guadagnarsi definitivamente il pass di accesso alla kermesse (nella doppia sfida vige il medesimo regolamento delle coppe europee), che i cucinieri hanno vinto in passato per ben quattro volte, a capitan Miljkovic e compagni basterà vincere almeno due set nella gara di ritorno, in programma all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche giovedì 14 gennaio alle 20.30.

La partita
Rispetto a domenica scorsa in campionato con la Cmc il tecnico biancorosso Blengini cambia soltanto in posto 2, riproponendo Ivan Miljkovic. Confermati invece Cebulj nella diagonale di posto 4 con Juantorena ed Enrico Cester al centro con Stankovic. Nei padroni di casa, Hirsk gioca opposto in diagonale con Sottile, mentre di mano ci sono Sket e Maruotti.
Primo set equilibrato, con la Cucine Lube Banca Marche che tiene costantemente il muso davanti, pur balbettando in attacco (34%), specie sulle rigiocate. La forza dei marchigiani sta nell’efficacia del servizio: lo dice il mediocre 43% di positività con cui ricevono i pontini, ma anche e soprattutto i tre ace firmati dai cucinieri, che arrivano in momenti cruciali. Quello di Juantorena, ad esempio, vale lo scatto decisivo sul 19-16 (il cubano, con 6 punti e il 56% di efficacia, resta lui il principale terminale offensivo della Lube). Poi c’è la battuta con cui Cebulj chiude sul 25-20, che arriva – va evidenziato - successivamente ad un importante muro di Christenson.
Tutta un’altra trama, invece, nel secondo parziale, che vede i biancorossi c salire decisamente di tono in attacco (77% di squadra)e prendere il largo sin dall’avvio (9-5 e 12-5), costringendo Placì ad attingere subito dalla panchina nel tentativo di rimediare alla situazione. Gli ingressi di Krumins al palleggio e Tailli in banda, però, non portano gli effetti sperati. La Cucine Lube Banca Marche, dal canto suo, sfodera un Juantorena nuovamente inarrestabile: l’azzurro chiude il parziale con 7 punti e addirittura il 100% di efficacia su 6 schiacciate. Finisce 25-16 con un attacco vincente di Miljkovic, anche lui molto positivo nel set (5 punti, 71%).
La gara torna sui binari dell’equilibrio nel terzo set, in cui è comunque ancora la Cucine Lube Banca Marche a trovare la zampata vincente. Con una battuta di Stankovic che si stampa sulla riga (confermata dal video check) e vale il 20-18, ed il solito immenso Juantorena nel finale. Suo il contrattacco del +3, suoi anche i due ace consecutivi che scrivono il 25-20 finale, dunque il 3-0. L’italo-cubano, votato MVP, chiude la partita con 22 punti, 75% in attacco, 62% in ricezione su 24 palloni e 4 ace.

b>Il tabellino
NINFA LATINA: Krumins, Mattei 3, Sottile, Sket 6, Ferenciac n.e., Romiti (L), Tailli 3, Hirsch 10, Yosifov n.e., Rossi 5, Maruotti 6. All Placì.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei n.e., Gabriele n.e., Parodi n.e., Juantorena 22, Vitelli n.e., Stankovic 8 , Christenson 3, Cester 6, Grebennikov (L), Miljkovic 9, Corvetta n.e., Cebulj 9, Podrascanin n.e.. All. Blengini.
ARBITRI: Bartolini (FI) – Goitre (TO).
PARZIALI: 20-25 (29’), 16-25 (25’), 20-25 (29’).
NOTE: Latina bs 10, ace 1, muri 4, errori 6, ricezione 35% (17% prf), attacco 39%. Lube bs 10, ace 9, muri 4, errori 7, ricezione 69% (19% prf), attacco 53%.

LUBE+

Blum

Travail sur portes en bois

Environnement Lube

Le service Lube

Plans antibactériens et écologiques

Recherche et innovation

Sur mesure

UltraClean et MicroStop

Utilisation et Entretien

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble