^

CHE CARATTERE CON INNSBRUCK, PRIMATO EUROPEO CONFERMATO

Obiettivo centrato, anche se non senza faticare. La Lube Banca Marche batte Innsbruck per la seconda volta in sei giorni, facendo registrare ancora una partenza choc, ma ciò che conta è che alla fine, grazie al fondamentale contributo di tutti i giocatori della rosa, si conferma leader nel Pool E della CEV Volleyball Champions League, guadagnandosi la possibilità di conquistare la definitiva qualificazione ai Playoffs 12 nella sfida che andrà in scena al Palasport Fontescodella di Macerata l’11 gennaio contro il Fenerbahce dell’ex Ivan Miljkovic. A proposito, domani i biancorossi faranno da spettatori interessati al secondo round della sfida tra i turchi ed il Novosibirsk, in programma alle ore 14.00 italiane. Nella partita con gli austriaci il tecnico Alberto Giuliani ha confermato Cristian Savani dall’inizio (in diagonale con Parodi), dopo l’ottimo ritorno di domenica scorsa a Padova successivamente ai tre turni di riposo osservati per un problema al gomito. Turn over invece al centro, con lo sloveno Pajenk schierato in coppia con Stankovic. Il primo set è da incubo, proprio come accaduto all’andata. Con il giovane Arvydas sulla linea dei nove metri i maceratesi subiscono un break sostanzioso (da 8-8 al 9-17) incassando ben 2 ace e quattro muri da parte degli austriaci (6 totali). Giuliani prova a scuotere i suoi cambiando la diagonale d’attacco Travica-Omrcen con Monopoli-Van Walle, e la reazione è immediata, grazie proprio al servizio del belga che manda letteralmente in tilt la ricezione avversaria, esaltando il muro dei suoi compagni sugli attacchi scontati del Hypo Tirol. Macerata risale fino al 16-18, quindi arriva al 23-24 con un ace di Savani, che però sbaglia poi il servizio successivo chiudendo il parziale sul 25-23 per gli ospiti. Che partono meglio degli uomini di Giuliani anche nel parziale successivo (10-7), per poi farsi comunque riacciuffare a quota 15 grazie a due ace consecutivi di Stankovic, che fa registrare anche un sontuoso 100% in attacco (6 punti come Parodi, che a sua volta schiaccia col 75%). Il punto a punto dura fino al 24-23 in favore dei biancorossi, poi l’errore in attacco dell’opposto ospite che vale il 25-23 e quindi la parità. Nel terzo sono finalmente i biancorossi a partire con il muso davanti, sospinti da un buon servizio che crea non pochi grattacapi alla formazione allenata da Chrtianski. Lube Banca Marche avanti 7-2, poi gli austriaci rimontano prendendo le misure a Omrcen, richiamato subito in panca per consentire l’ingresso in campo di Van Walle, come nel set d’apertura. E’ sempre Macerata a condurre, presa per mano da Savani (anche 2 ace per lui, oltre al 67% in attacco: chiuderà con 21 punti) quando nonostante il -3 (17-20) l’Hypo Tirol riusciva a fare proprio di tutto per tenere botta, appoggiandosi soprattutto sull’efficacia del proprio muro-difesa. Finisce 25-21, ma non è ancora fatta per la squadra cuciniera che nel quarto set si trova di nuovo a rincorrere, denunciando non poche difficoltà in attacco. Giuliani cambia la regia riproponendo Monopoli (resta in campo Van Walle), dentro anche Podrascanin per Pajenk. Macerata risale dal 4-11 al 9-13, quindi pareggia sul 15-15 con un ace di Stankovic riportando definitivamente la situazione sul proprio binario, dove a condurre sulla strada verso la vittoria sono ancora Savani e Parodi (17 punti, 53% in attacco). Finisce 25-21 dopo il muro vincente del sontuoso Stankovic, autore di ben 16 punti con 4 muri e 3 ace. Missione compiuta. Il tabellino HYPO TIROL INNSBRUCK: Cebron 7, Carletti 4, Chritiansky 8, Koncal, Gavan 5, Laure (L), Tusch n.e., Rodrigo 2, Boff 2, Pedro Henrigue 4, Berger 10, Arvydas 20. All. Chrtiansky. LUBE BANCA MARCHE: Lampariello, Pajenk 2, Savani 21, Exiga (L), Parodi 17, Stankovic 16, Kovar, Monopoli 1, Van Walle 5, Travica 2, Omrcen 4, Podrascanin 1. All. Giuliani. ARBITRI: Jacyna (POL) – Godoy Alonso (ESP). PARZIALI: 23-25 (25’), 23-25 (26’), 25-21 (25’), 25-21 (26’). NOTE: Spettatori 1638, incasso 7435 Euro. Lube: battute sbagliate 22, ace 9, muri 10, errori 6, ricezione positiva 57%, perfetta 36%, attacco 47%. Innsbruck: battute sbagliate 15, ace 4, muri 15, errori 13, ricezione positiva 47%, perfetta 28%, attacco 45%.

LUBE+

Blum

Travail sur portes en bois

Environnement Lube

Le service Lube

Plans antibactériens et écologiques

Recherche et innovation

Sur mesure

UltraClean et MicroStop

Utilisation et Entretien