^

BLITZ AUTORITARIO AL PALA BIANCHINI, SI RIPARTE CON UN 3-0

Più forte della stanchezza, dei problemi di fuso orario, e di qualunque altra cosa. La Lube Banca Marche riparte in campionato con un netto ed importante 3-0 a proprio favore sul difficile campo di Latina (25-18, 25-21, 25-22), un risultato che maschera nel migliore dei modi il mese di sosta che ha costretto la squadra di Giuliani ad allenarsi con tre soli giocatori a disposizione e conferma le prerogative d’alta classifica dei biancorossi, spezzando nel contempo la maledizione del primo set, che tra campionato e coppa europea in precedenza vedeva i cucinieri perdere da ben sette partite di fila. Il tecnico biancorosso Alberto Giuliani opta per il turn over soltanto in posto 4, proponendo titolare Kovar al posto di Savani e in diagonale con Parodi, confermata invece la coppia di centrali serbi Podrascanin-Stankovic. E stavolta il primo parziale è quasi una formalità per i maceratesi, che dopo il break conquistato da Kovar sul 10-8 (4 punti per lui, 75% in attacco), dilagano grazie all’efficacia del proprio servizio. I cucinieri sfoderano un cambio palla regolarissimo (68% di squadra in attacco nel set), e soprattutto firmano quattro ace (2 Parodi, uno a testa per Kovar e Omrcen) utili a chiudere la vittoria del primo parziale in cassaforte già al secondo time out tecnico (16-11). A decretare la fine delle ostilità sul 25-18 è quindi capitan Omrcen (5 punti, 80%), che gioca in maniera efficace sul muro di casa. Lube Banca Marche che impone subito il proprio ritmo anche nel secondo set, forte di un servizio ancora pungente e di un muro-difesa in costante crescita, che consente a Travica di ricostruire spesso trovando sempre ottime risposte dai suoi attaccanti. I biancorossi firmano la prima fuga sul 10-4 grazie a due muri vincenti di fila, messi a segno rispettivamente a Parodi e Stankovic. Coach Prandi prova a scuotere i suoi cambiando in posto 2 Troy con il polacco Jarosz, quindi butta nella mischia anche il greco Fragkos per Rivera. Mosse che però risultano vanificate dalla grane autorità con cui la squadra di Giuliani continua a marciare fino ai frangenti finali, trascinata da un attacco stellare (80% di squadra), con Omrcen (altri 6 punti, 67%) e Podrascanin sugli scudi (per il serbo 4 punti ed 100% nei primi tempi che rimarrà intatto anche a fine gara: ben 11 palloni messi a terra consecutivamente). Chiude Kovar in pipe (anche in questo parziale 4 punti e 75% bis in attacco, saranno 10 i punti totali col 73%), sul 25-21. Si gioca invece decisamente sui binari dell’equilibrio nel terzo set, in cui Giuliani (sul punteggio di 8-9) opera il suo primo cambio della gara, inserendo Pajenk al posto di Stankovic. Il punto a punto tra le due squadre dura fino al 18 pari, poi proprio un muro vincente di Pajenk consente ai maceratesi di mettere la testa davanti e conquistarsi successivamente il break con Omrcen (20-18). Latina risale sfruttando un errore di Parodi (20 pari), ma nel finale è ancora la Lube Banca Marche a trovare la zampata vincente, favorita dalle spettacolari difese di Exiga. Muro di Parodi su Jarosz per il nuovo break (23-21), chiude Omrcen (top scorer con 16 punti) sul 25-22. Il tabellino ANDREOLI LATINA: Rivera 6, Hardy-Dessources 8, Gitto 6, Sottile, Jarosz 3, De Pandis (L), Guemart n.e., Tailli (L), Troy 4, Galabinov n.e., Roca 12, Cester n.e., Fragkos 8. All. Prandi. LUBE BANCA MARCHE: Lampariello, Savani n.e., Exiga (L), Parodi 9, Stankovic 6, Kovar 10, Monopolin.e. Van Walle n.e., Travica 3, Omrcen 16, Podrascanin 11. All. Giuliani. ARBITRI: Padoan (VE) - Bartolini (FI). PARZIALI: 18-25 (23’), 21-25 (24’), 22-25 (28’). NOTE: Spettatori 1332, incasso 6235 Euro. Latina bs 14, ace 2, muri 3, errori 4, ricezione 51% (31% prf), attacco 56%. Lube bs 12, ace 5, muri 7, errori 1, ricezione 56% (31% prf), attacco 69%.

LUBE+

Meccanismi Blum

Lavorazioni ante

Ambiente, Certificati e Sicurezza

Ricerca e Innovazione

Sartoria

Manutenzione e glossario

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble