^

SAN GIUSTINO PIEGATA 3-1, SECONDO POSTO IN CASSAFORTE

Quinta vittoria di fila in campionato per la Lube Banca Marche, che liquida San Giustino per 3-1 (25-23, 25-20, 24-26, 25-20), chiudendo in cassaforte il secondo posto in classifica in attesa dei recuperi che vedranno scendere in campo anche Cuneo. La prima standing ovation di giornata al Fontescodella si registra all’ingresso in campo delle due squadre, ed accomuna i tifosi di casa ai cento provenienti dall’Umbria. E’ tutta per Jack Sintini (per lui lo striscione dei supporter di casa “la tua vittoria è la nostra gioia più grande”), ospite della società cuciniera da giovedì scorso, e premiato in campo prima del via con la maglia ufficiale della Lube Banca Marche numero 10, consegnatagli dal patron Fabio Giulianelli e dal capitano Igor Omrcen. Macerata, che opta per il turn over al centro presentando Pjaenk per Stankovic (ieri febbricitante) e lascia inizialmente a riposo anche il convalescente Parodi (schiena) per dare spazio alla coppia di posto 4 Savani-Kovar, si aggiudica il parziale d’apertura in volata, dopo un testa a testa (fino al 19 pari) propiziato da difese strappa applausi da entrambe le parti, e spezzato in maniera definitiva da un errore di Finazzi (21-19, è il decimo errore di squadra contro i 4 dei maceratesi) che consentirà a Travica e compagni di portare a casa la vittoria grazie alla regolarità del proprio cambio palla. Di Omrcen, il più prolifico dei suoi con 6 palloni messi a terra (67% in attacco) il punto del 25-23. Il secondo set è tutto in discesa per i padroni di casa, che salgono decisamente di tono al servizio (Omrcen e Savani picchiano fortissimo: chiuderanno con 5 punti a testa)) e continuano a fare vere e proprie magie in seconda linea (San Giustino attacca col 37%), dove l’attore principale naturalmente il folletto Exiga. Massimo vantaggio Lube sul 20-13 che arriva con un muro vincente di Podrascanin (4 punti, 75%), Held prova la carta Petkovic al palleggio al posto dell’americano Mc Kibbin, quindi anche Sammelvuo per il falloso Urnaut, ma il muro dei maceratesi (3 vincenti) spegne ogni velleità di rimonta degli ospiti. Chiude sul 25-20 una battuta in rete di Creus. Resta in campo Petkovic anche nel terzo parziale, che sulla sponda umbra mette in vetrina un buon Rauwerdink e rivede le due squadre giocare sul filo dell’equilibrio fino ai frangenti finali. In cui Travica (gran prova la sua) e compagni sciupano un match-point con un attacco out di Omrcen ( fino a quel momento inarrestabile, 7 punti) che sul 24 pari manda sulla linea dei nove metri Creus, decisivo con un ace e con il secondo servizio utile, per guadagnarsi il contrattacco vincente di Urnaut (26-24). L’appuntamento con i tre punti, per i cucinieri, è comunque soltanto rimandato al quarto parziale, che vede in campo anche Parodi (per Kovar sul 17-14), ed è stravinto dai biancorossi grazie alla solidità del muro ed all’esperienza dei suoi bomber sfoderata soprattutto nelle rigiocate. Da Savani (18 punti, con 2 ace e 1 muro) in particolare, che si merita la palma finale di Mvp. Il tabellino LUBE BANCA MARCHE: Lampariello, Pajenk 3, Savani 18, Exiga (L), Parodi, Kovar 10, Monopoli, Travica 5, Omrcen 20, Podrascanin 11. non entrati: Stankovic, Van Walle. All. Giuliani. ENERGY RESOURCES SAN GIUSTINO: Creus 7, Rauwerdink 15, Patak 12, Mc Kibbin 2, Cozzi, Finazzi 3, Petkovic 1, Sammelvuo 2, Urnaut 15, Giovi (L). Non entrati: Bartoletti, Tholse, Lo Bianco (L). All. Held. ARBITRI: Gnani (FE) – Braico (TO). PARZIALI: 25-23 (29’), 25-20 (26’), 24-26 (30’), 25-20 (26’). NOTE: Spettatori 1890, incasso 6940 Euro. Lube bs 20, ace 5, muri 10, errori 10, ricezione 61% (42% prf), attacco 47%.San Giustino bs 21, ace 5, muri 3, errori 10, ricezione 47% (21% prf), attacco 43%.

LUBE+

Blum

Lavorazioni ante in legno

Lube Ambiente

Lube è servizio

Piani antibatterici ed eco-friendly

Ricerca e Innovazione

Sartoria

UltraClean e MicroStop

Uso e Manutenzione

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble