^

ESPUGNATA LATINA AL TIE BREAK, MERCOLEDI GARA 3 A CIVITANOVA: SUBITO AL VIA LA PREVENDITA

La bolgia del Pala Bianchini di Latina non riesce a scalfire l’orgoglio della Cucine Lube Banca Marche. Messi spalle al muro dalla sconfitta casalinga di sette giorni fa, pur con una prestazione caratterizzata da alti e bassi i campioni d’Italia fanno saltare il fattore campo in Gara 2 dei quarti di finale play off della SuperLega Unipolsai, sconfiggendo la squadra allenata da Blengini in un palpitante tie break (25-23, 17-25, 25-22, 12-25, 15-12) che riporta la serie in perfetta parità (1-1), rimandando così alla decisiva Gara 3 la sentenza definitiva sulla qualificazione alla semifinale.
L’appuntamento è per mercoledì prossimo (22 aprile) alle 20.30 al PalaCivitanova , con la prevendita che partirà già domani mattina dalle 10.30 presso il botteghino del palasport a Civitanova Marche, on line su www.liveticket.it/lubevolley e nei punti vendita Liveticket, e nel pomeriggio (dalle 16.00) anche presso la segreteria del Palasport Fontescodella di Macerata. La società ricorda che saranno ancora validi gli abbonamenti.

La partita
Giuliani cambia nuovamente formazione rispetto alle uscite precedenti: Monopoli al palleggio in diagonale con Sabbi, Podrascanin e Stankovic sono i centrali, in banda Kurek e Parodi, Henno e Paparoni liberi alternati rispettivamente per la ricezione e la difesa. Tra i laziali c’è invece Davis al centro al posto di Van De Veerde, infortunatosi alla caviglia in settimana.
E’ buona la partenza dei campioni d’Italia, che nel primo set trovano subito un buon gap di vantaggio sul servizio di Stankovic: un ace del serbo e il contrattacco vincente di Kurek regalano alla Lube il 12-9, un +3 che però viene ricucito subito dai padroni di casa con la battuta di Urnaut (15-15). Giuliani inserisce Kovar al posto di Kurek per rafforzare la ricezione (solo 25% di positività di squadra nel fondamentale), quindi opera anche il doppio cambio della diagonale d’attacco gettando nella mischia Ricardo e Fei. Latina, che sfodera uno Starovic in gran vena, trova un muro proprio sull’ex opposto azzurro, e nell’azione successiva un contrattacco di Urnaut che la spedisce sul 18-15. Ed i pontini mantengono il +3 fino al 22-19, poi subiscono il ritorno della cucine Lube Banca Marche, che dopo un ace di Kovar pareggia a quota 22 grazie all’errore di Skrimov, e con un muro di Parodi (5 punti con 2 blocchi vincenti) su Starovic capitalizza immediatamente il set point conquistato da Sabbi (25-23).
Giuliani tiene in campo Kovar anche nel secondo set, che vede la Top Volley continuare a martellare al servizio portandosi sul 12-5, grazie ai contrattacchi di Skrimov e Urnaut, e a tre ace consecutivi di Starovic. Entrano Ricardo e Fei tra i biancorossi, ma il trend del parziale non cambia: Latina continua a mettere in netta difficoltà la ricezione Lube, che di conseguenza fatica più del dovuto negli attacchi su palla scontata. Contrariamente alla squadra di Blengini, che invece risulta sempre concreta mandando a schiacciare le sue ali (Starovic 7 punti col 67% di positività). Il 20-9 in favore dei pontini, che arriva con errore di Sabbi, basta e avanza per evidenziare tutte le difficoltà accusate nel set dai marchigiani, che commettono ben 9 errori punto e nel finale giocano anche(invano) la carta Kurek (per Parodi). La Top volley chiude sul 25-17.
Nel terzo set Giuliani ripropone Kovar in posto 4 per Kurek, piazzando Fei opposto al palleggiatore Monopoli. Ottima la partenza dei biancorossi, che volano sul 6-1 sfruttando l’insidioso servizio float di monopoli e il buon lavoro del muro. Sul 10-6 per la Lube Blengini è costretto a inserire Rauwerdink per Skrimov, dolorante a un polpaccio, ma l’inconveniente non scalfisce l’orgoglio dei padroni di casa, che con l’olandese in campo ritrovano lo smalto in attacco lo smalto del parziale precedente, trascinati ancora da Starovic e Urnaut. Proprio lo sloveno riapre ufficialmente i giochi mettendo a terra da posto 2 il contrattacco del 13-14. La Cucine Lube Banca Marche ritenta la fuga con un contrattacco di Kovar, che sfrutta una buona difesa dei compagni per firmare il punto del 18-15. E i campioni d’Italia, viaggiando con un cambio palla finalmente regolare (l’attacco sale al 62%), riescono a tenere il +3 fino alla fine. Chiude Kovar (7 punti, 57%) sul 25-22.
In avvio di quarto set i biancorossi accusano un altro inspiegabile black out, lasciando scappare Latina sul 9-4, 11-6 dopo un errore in attacco di Fei. Sul 7-13 (contrattacco di Urnaut) Giuliani inserisce momentaneamente la diagonale Ricardo-Sabbi, sul 10-18 (rientrati Monopoli e Fei) gioca anche la carta Kurek, per Simone Parodi. Ma Latina, straordinaria in difesa, alza il muro (4 vincenti) spegnendo ogni velleità di rimonta dei campioni d’Italia, che registrano un pessimo 29% in attacco. Finisce addirittura 25-12.
Nel tie break, caratterizzato dal massimo equilibrio fino a quota 11, decisivi sono l’errore in attacco di Rauwerdink e il successivo muro di Kurek (inserito in prima linea per Parodi) su Starovic, che mandano la Lube sul 13-11. Chiude sul 15-12 un contrattacco di Kovar. Il top scorer dei marchigiani è Marko Podrascanin, autore di 15 punti con il 61% in attacco, 3 muri e 1 ace.

VIDEO CHECK
1° SET
8-6 (servizio Skrimov): Video check richiesto da Latina per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (8-7).
9-11 (servizio Stankovic): Video check richiesto da Latina per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (9-12).
16-16 (servizio Sabbi): Video check richiesto da Treia per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (17-16).

2° SET
21-10 (attacco Kurek): Video check richiesto da Latina per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (21-11).
22-12 (muro Latina): Video check richiesto da Treia per verifica fallo di piede al servizio. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Treia (22-13).

3° SET
4-8 (ricezione Henno): Video check richiesto da Latina per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (4-9).
14-16 (attacco Kovar): Video check richiesto da Treia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (16-15).
20-22 (attacco Urnaut): Video check richiesto da Latina per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (20-23).
5° SET
11-11 (attacco Rauwerdink): Video check richiesto da Latina per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (11-12).

Il tabellino
TOP VOLLEY: Manià (L1), Rauwerdink 15, Sottile 1, Ferenciac, Skrimov 6, Pellegrino, Tailli, Caputo n.e., Van Davis 3, Rossi 6, Starovic 25, Urnaut 24. All. Blengini.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Fei 14, Henno (L1), Parodi 6, Paparoni (L2), Vitelli n.e., Stankovic 8, Kovar 16, Sabbi 6, Monopoli 1, Shumov n.e., Ricardo, Kurek 6, Podrascanin 15. All. Giuliani.
ARBITRI: Rapisarda (UD) - Tanasi (SR).
PARZIALI: 23-25 (29’), 25-17 (26’), 22-25 (31’), 25-12 (22’), 12-15 (17’).
NOTE: Latina bs 13, ace 11, muri 9, errori 7, ricezione 46% (28% prf), attacco 52%. Lube bs 16, ace 7, muri 11, errori 8, ricezione 42% (17% prf), attacco 47%.

LUBE+

Blum

Lavorazioni ante in legno

Lube Ambiente

Lube è servizio

Piani antibatterici ed eco-friendly

Ricerca e Innovazione

Sartoria

UltraClean e MicroStop

Uso e Manutenzione