^

IL 2016 INIZIA CON UN 3-0: LATINA AL TAPPETO, LUBE ALLA F4 DI COPPA ITALIA

La Cucine Lube Banca Marche inizia il 2016 allo stesso modo in cui aveva concluso l’anno precedente: batte la Ninfa Latina 3-0 (25-17, 25-23, 25-19) anche nel ritorno dei quarti di finale della Del Monte® Coppa Italia e stacca dunque il biglietto per la final four della competizione, che si giocherà al Forum di Assago il 6 e 7 febbraio prossimi.
In semifinale la squadra di Gianlorenzo Blengini se la dovrà vedere con Trento (in campo sabato 6 alle 17.30), mentre dall’altra parte del tabellone si affronteranno Modena e Perugia.
Ai marchigiani, che nella gara di andata si erano imposti con un secco 3-0, sono bastati a dir la verità i primi due set per chiudere in tasca la qualificazione, e dare quindi spazio agli uomini della panchina.
Nel primo parziale i marchigiani dominano con un muro granitico (5 vincenti) e Cester, schierato titolare in coppia con Podrascanin, bravo a recitare un ruolo di primo attore in avvio (5 punti, 80% in attacco). Lube che trova il massimo vantaggio sul 14-8, con Blengini che inserisce Parodi per Juantorena nel giro di seconda linea concedendo qualche minuto di riposo alla spalla ancora dolorante dell’italo-cubano. E Latina che risale fino al -3, ma poi si incarta in mezzo ai propri, troppi errori: quelli in attacco di Hirsch, che fa sempre troppa fatica a scardinare i tentacoli del blocco avversario (solo 22% sulle schiacciate), e nel finale quelli in palleggio di Yosifov e Sket (poi sostituito da Tailli), che spediscono i marchigiani sul 23-16. C’è tempo per il secondo ace del regista Christenson, che firma ben 5 punti nel set (gli altri tre a muro), e Cester che mette il sigillo firmando anche l’attacco del 25-17.
Nel secondo sale decisamente di tono il gioco di dei pontini, che riescono a condurre fino a metà parziale. E’ Christenson, che verrà legittimamente incoronato Mvp del match, a regalare il primo vantaggio ai suoi firmando la battuta vincente del 18-17, di Juantorena invece il successivo contrattacco che vale subito il break (19-17). Il martello della Nazionale italiana, scalda la mano da posto 4 e si fa apprezzare anche in difesa, unitamente al solito Grebennikov. Crescono anche Miljkovic (5 punti) e Cebulj(6), puntuale sul cambio palla e decisivo per conquistare il set-ball (24-22) quando un muro vincente di Yosifov (6 punti, 100% in attacco e 2 muri) aveva decisamente rimesso in discussione le sorti del set (22-23). Il 25-23 è poi di Juantorena.
Nel terzo set Blengini getta nella mischia la diagonale Corvetta-Fei, Vitelli al centro e Parodi in banda. La Cucine Lube Banca Marche vince 25-19.

VIDEO CHECK
1° SET:
9-5 (muro Cester) Video Check richiesto da: Latina per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Civitanova(10-5).

15-10 (muro Yosifov) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (15-11).

3° SET:
14-9 (muro Parodi) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (10-5).

Il tabellino
CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei 4, Gabriele n.e., Parodi 4, Juantorena 5, Vitelli 3, Stankovic n.e., Christenson 6, Cester 7, Grebennikov (L), Miljkovic 8, Corvetta 1, Cebulj 11, Podrascanin 5. All. Blengini.
NINFA LATINA: Krumins, Mattei 5, Sottile, Sket 7, Ferenciac, Romiti (L), Tailli, Hirsch 10, Yosifov 7, Rossi 2, Maruotti 9. All Placì.
ARBITRI: Santi (PG) – Piana (MO).
PARZIALI: 25-17 (26’), 25-23 (31’), 25-19 (24’).
NOTE: Spettatori 1960, incasso 6940 Euro. Lube bs 13, ace 6, muri 9, errori 3, ricezione 45% (18% prf), attacco 46%. Ninfa bs 12, ace 3, muri 4, errori 6, ricezione 50% (20% prf), attacco 41%.

LUBE+

Blum

Lavorazioni ante in legno

Lube Ambiente

Lube è servizio

Piani antibatterici ed eco-friendly

Ricerca e Innovazione

Sartoria

UltraClean e MicroStop

Uso e Manutenzione