^

CHAMPIONS LEAGUE, SPLENDIDA LUBE AD IZMIR: ARKAS SCONFITTO 3-0 NELL'ANDATA DEI PLAYOFFS 12

Una splendida Cucine Lube Civitanova espugna il difficile campo dall'Arkas Izmir con un secco 3-0 dell'andata dei Playoffs 12 della 2016 CEV DenizBank Volleyball Champions League. Grande prestazione in ogni fondamentale per gli uomini di Blengini, che non lasciano mai spazio all'esuberanza dei turchi, grazie ad un servizio capace di scardinare la ricezione dell'Arkas (ben 7 ace di squadra) e ad un solido muro (saranno 12 a fine gara) a fermare ripetutamente i principali attaccanti del'Izmir, Rouzier e Gokgoz. L'ottima continuità nel cambio palla e i pochissimi errori dei cucinieri (9 in tutto il match) hanno fatto il resto, in una gara mai in discussione sin dai primi palloni. Sugli scudi capitan Miljkovic, top scorer Lube con 13 punti e il 60% in attacco, così come Podrascanin con 11 punti e un ottimo 88% in attacco. Da segnalare anche i 4 muri di Cebulj su 12 punti messi a segno dal martello sloveno.
Con questo successo la Cucine Lube fa un bel passo in avanti in vista del match di ritorno, in programma all'Eurosuole Forum di Civitanova mercoledì 2 marzo (ore 20.30): con i tre punti conquistati in questa prima gara, ai biancorossi basterà vincere due set nel match di ritorno per assicurarsi la qualificazione ai Playoffs 6, dove chi passa il turno incontrerà la vincente della sfida tra Halkbank Ankara e Dhl Modena.

La partita
Coach Blengini sceglie la diagonale Christenson-Miljkovic, con la coppia di centrali serba Stankovic-Podrascanin e Cebulj in banda insieme a Juantorena.
Podrascanin protagonista in avvio di gara in attacco e a muro (2-5), ed è proprio sotto rete che i biancorossi costruiscono il loro vantaggio con Christenson (2 muri) e Miljkovic in contrattacco (5-10). L'errore di Juantorena riavvicina i turchi (9-12), ma la continuità dei cucinieri tiene le distanze complice anche l'ace di Stankovic (con l'aiuto del nastro) che vale il 14-19. A sigillare il parziale (20-25) ci pensa ancora il muro Lube (saranno ben 8 a fine set), con Podrascanin scatenato (7 punti nel set, con 2 muri e 83% in attacco).
L'Izmir prova a reagire col servizio di Borges (4-1) all'inizio del secondo parziale, ma i biancorossi reagiscono subito e, complice anche qualche errore dei turchi di troppo, mette il muso davanti (9-11). Miljkovic è efficace in contrattacco (60% in attacco) giocando con le mani del muro e i biancorossi volano sul 13-18 con l'ace di Podrascanin. Il motore del cambio palla cuciniero, però, si inceppa momentaneamente e due muri di Shoji su Cebulj riportano lì l'Arkas (17-18): è lo stesso martello sloveno (5 punti nel parziale) a rifarsi con l'ace del 18-21 che segna indelebilmente il set, chiuso poi da Podrascanin (21-25).
Nel terzo set l'Arkas, soprattutto con Borges (il migliore dei turchi con 13 punti e 65% in attacco), tenta di mettere sotto pressione la Lube, ma gli uomini di Blengini danno la sensazione di avere qualcosa in più: il +2 (7-9) firmato da Juantorena diventa +4 grazie a Cebulj e Podrascanin a muro e in battuta (10-14). Vantaggio che i biancorossi non mollano più, Juantorena spegne le ultime speranze di rimonta dell'Izmir (17-21), il finale è tutto di Stankovic (muro del 18-23 e contrattacco del 18-24): il parziale si chiude 19-25.

Il tabellino
ARKAS IZMIR: Yonet n.e., Rouzier 14, Borges 13, Shoji 3, Gokgoz 12, Capkioglu 6, Koc n.e., Gulmezoglu, Bravo (L), Sikar n.e., Vigrass, Karatas (L), Onayli. All. Hoeg.
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Fei n.e., Parodi n.e., Juantorena 8, Stankovic 6, Priddy n.e., Christenson 2, Cester n.e., Grebennikov (L), Miljkovic 13, Corvetta n.e., Cebulj 12, Podrascanin 11. All. Blengini.
ARBITRI: Markov (RUS) - Stanisic (SUI)
PARZIALI: 20-25 (27'), 21-25 (29'), 19-25 (26')
NOTE: Arkas bs 12, ace 5, muri 5, errori 10, ricezione 51% (27% prf), attacco 49%. Lube bs 7, ace 7, muri 12, errori 2, ricezione 52% (20% prf), attacco 51%.

LUBE+

Blum

Lavorazioni ante in legno

Lube Ambiente

Lube è servizio

Piani antibatterici ed eco-friendly

Ricerca e Innovazione

Sartoria

UltraClean e MicroStop

Uso e Manutenzione