^

Final Eight Junior League, la Lube chiude con l'argento

La Under 19 della Cucine Lube Civitanova conquista l’argento in Junior League, sconfitta dopo una lunga battaglia all’Eurosuole Forum dalla forte formazione pugliese della Materdominivolley.it Castellana Grotte, nella finalissima del prestigioso trofeo intitolato a Massimo Serenelli. Gara tirata in tutti i parziali, avanti 2-0 i biancorossi non sono riusciti nell’impresa di chiudere il match, sconfitti al tie break in una gara decisa da pochissimi palloni di differenza.

Va in archivio, comunque, un torneo che aveva visto la Cucine Lube Civitanova allenata da Rosichini e Paparoni protagonista e arrivata imbattuta fino all’ultima gara. La formazione biancorossa si laurea così ancora vice campione d'Italia, dopo gli argenti del 2016 e 2017, piazzandosi dunque di nuovo al vertice delle squadre giovanili delle società di serie A.

La partita

Primo strappo dei biancorossi nel primo set a opera di Recine e Di Silvestre che confezionano l’11-7 per i padroni di casa, poi la reazione dei pugliesi fino alla nuova parità a quota 16, approfittando di un paio di errori dei ragazzi di Rosichini. Grazie al servizio pungente di Alberini Castellana va sul +1 (17-18), ma Tommaso Larizza risponde proprio dai nove metri (19-18): è battaglia punto a punto, Di Silvestre esalta la difesa Lube mettendo giù il 22-21 e piazzando il muro del +2 (23-21). L’arbitro non vede un tocco su attacco di Di Silvestre (23-23), il primo set ball però è della Lube che alla seconda occasione chiude sull’errore in attacco di Ristani (26-24).

Continua l’equilibrio in avvio di secondo set, doppio break prima Lube (4-2) poi Castellana (4-6), Larizza ferma Saibene con un gran muro (8-7) per il nuovo vantaggio biancorosso. Vantaggio che si allarga fino al 12-8 complici anche due errori dei pugliesi, ancora Tommaso Larizza al servizio firma l’ace del +5 (15-10): ora la Lube fa la differenza in difesa e in attacco, Cantagalli mette giù il 19-13. Sembra fatta per i ragazzi di Rosichini ma sul turno al servizio di Saibene Castellana riesce a mettere in crisi i cucinieri, rimontando fino al -2 (21-19), Gargiulo completa l’opera con due ace consecutivi per il 22-22. Di nuovo punto a punto, Recine regala alla Lube il set ball (24-22), l’errore al servizio di Alberini chiude il set in favore dei cucinieri 25-23.

Inizio terzo set fotocopia del secondo, dal 5-3 Lube si passa al 5-7 Castellana: i pugliesi salgono di livello a muro e al servizio, proprio l’ace di Scardia porta la Materdomini sul 7-11, il muro di Campana sull’8-14. Break pesante per gli uomini di Rosichini che provano a reagire con il diagonale di Di Silvestre e il muro di Jacopo Larizza (12-16), i cucinieri ritrovano gioco e maggiore efficacia in attacco ma non bastano per completare la rimonta perché Castellana riesce a tenere sempre alto il suo livello di gioco e chiude il set 19-25.

Ancora sul filo dell’equilibrio il quarto set, la Lube cerca lo strappo decisivo per chiudere il discorso, Castellana si aggrappa alla possibilità di agguantare il tie break (8-7 Lube con l’attacco vincente di Cantagalli). Arrivano però tre errori in attacco che portano i pugliesi al +4 (10-14), Rosichini inserisce Gonzi in regia per Larizza e proprio il turno al servizio del palleggiatore biancorosso permette alla Lube di tornare al -1 (15-16). Partita sempre vibrante, i cucinieri restano incollati (18-19), Castellana scappa di nuovo (18-22), Recine riacciuffa ancora con due attacchi di posto quattro (21-22) e il pareggio viene firmato dal muro di Trillini (23-23). Non basta, perché Saibene chiude i conti con il contrattacco del 23-25.

La Lube piazza subito un break nel quinto set (3-1), risponde Saibene con due colpi consecutivi dei pugliesi che portano avanti la Materdomini 4-5. Jacopo Larizza ferma a muro Ristani (6-5), Gargiulo a filo rete ribalta ancora la situazione e al cambio di campo Castellana è avanti 6-8. Di Silvestre mette l’ace della nuova parità (8-8), Saibene stavolta sbaglia ed è 9-8 Lube, Recine mura il +2 per i cucinieri (11-9). Scardia ferma Di Silvestre (12-12) e l’invasione di Cantagalli dà il nuovo vantaggio ai pugliesi (12-13), al primo match ball chiude Lavia 13-15.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Storani ne, Ciccarelli ne, Larizza T. 3, Gonzi, Recine 22, Stefani, Ferri ne, Trillini 8, Di Silvestre (K) 14, Larizza J. 6, Mosca ne, Cantagalli 25, Bernacchini L ne, D’Amico L. All. Rosichini.

MATERDOMINIVOLLEY.it CASTELLANA GROTTE: Campana 2, Catania L, Disabato 3, Scardia 11, Scarpello ne, Lavia (K) 21, Condorelli L ne, Alberini 3, Cianfrone ne, Saibene 12, Gargiulo 9, Ristani 15. All. Fanizza

Arbitri: Capolongo – Ciaccio.

Note: Durata set 31’, 31’, 27, 35’, 20?. Totale: 2h 24’ ?. Civitanova battute sbagliate 14, ace 4, muri 13, ricezione 54% (28% prf), attacco 43%. Castellana Grotte battute sbagliate 15, ace 6, muri 6, ricezione 61% (39% prf), attacco 43%. MVP: Lavia (Materdominivolley.it Castellana Grotte).

LUBE+

Blum

Lavorazioni ante in legno

Lube Ambiente

Lube è servizio

Piani antibatterici ed eco-friendly

Ricerca e Innovazione

Sartoria

UltraClean e MicroStop

Uso e Manutenzione