^

Giornata no in Gara 1 di Finale, Cucine Lube ko 3-0 a Perugia

Il primo passo verso lo scudetto 2019 è della Sir Safety Perugia. La squadra di Lorenzo Bernardi si aggiudica Gara 1 della finale play off della Superlega Credem Banca in tre set e poco più di un’ora di gioco (3-0: 25-13, 25-18, 25-18), dinanzi ad una Cucine Lube Civitanova irriconoscibile.

Il secondo atto domenica alle 18.00 all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche.

La partita

Parziale d’apertura a senso unico, con i biancorossi imbambolati dinanzi allo strapotere in ogni fondamentale dei perugini. Avanti 8-4 dopo un muro vincente ai danni di Sokolov, addirittura 16-8 dopo l’errore in attacco di Cester. Saranno ben 5 i muri subìti e 4 gli errori diretti in attacco commessi dai marchigiani nel parziale (più 5 in battuta), chiuso con un misero 33% in attacco, contro l’82% degli umbri. Non bastano per invertire la rotta gli ingressi di D’Hulst in regia, e successivamente (sul 20-10) quello di Kovar per Leal. Finisce 25-13 per la Sir, dopo un errore al servizio di Juantorena.

Inizia meglio il secondo set la squadra di De Giorgi, che mette per la prima volta il muso davanti grazie a due contrattacchi di fila di Juantorena (6-3). Proprio dopo il +3, però, nella metà campo marchigiana si spegne nuovamente (e inspiegabilmente) la luce. Perugia riporta la situazione in parità a quota 6, poi trova subito la fuga: forzando con successo dai nove metri (il break del 9-7 arriva con un ace di De Cecco), ma anche sfruttando i problemi in attacco di Juantorena e compagni (32% di efficacia con 4 errori punto), di nuovo inermi dinanzi ad una Sir che non deve fare proprio nulla di eccezionale (44% in attacco, nessun muro) per portarsi addirittura sul 20-12. De Giorgi pesca a piene mani dalla panchina, inserendo persino il secondo libero Marchisio al posto di Balaso. Senza riceverne gli effetti desiderati, come in precedenza.Chiuderà Leon sul 25-18.

Ci sono Stankovic e Kovar nel sestetto Lube ad inizio terzo set, rispettivamente al posto di Cester e Leal. Un parziale che corre sul filo dell’equilibrio solo in avvio. Poi va in scena la stessa trama dei parziali precedenti, con Perugia che sfrutta le incertezze degli avversari, e nel concreto anche gli errori punto di Bruno (7-5), Sokolov (12-8) e Kovar (15-10) per scappare via anche stavolta. Verso il 3-0 finale.

Il tabellino

SIR SAFETY PERUGIA: Piccinelli, Ricci 4, Hoag 2, Hoogendoorn n.e., Della Lunga (L) n.e., Seif, Leon 12, Lanza 9, Galassi n.e., Colaci (L), Atanasijevic 8, De Cecco 1, Podrascanin 8. All. Bernardi.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 5, Kovar 3, D’Hulst, Marchisio (L2), Juantorena 9, Massari n.e., Stankovic 2, Diamantini, Leal 3, Cantagalli, Cester 1, Simon 3, Bruno, Balaso (L1). All. De Giorgi.

ARBITRI: Puecher (PD) – Gnani (FE).

PARZIALI: 25-13 (22’), 25-18 (27’), 25-18 (26’).

NOTE: spettatori 3990. Sir battute sbagliate 20, ace 4, muri vincenti 6, 61% in attacco, 57% in ricezione (29% perfette). Lube: battute sbagliate 16, ace 1, muri vincenti 1, 38% in attacco, 32% in ricezione (13% perfette).

LUBE+

Blum

Отделка деревянных створок

Lube и окружающая среда

Исследования и инновации

Индивидуальный заказ

Эксплуатация и Уход

È necessario aggiornare il browser

Il tuo browser non è supportato, esegui l'aggiornamento.

Di seguito i link ai browser supportati

Se persistono delle difficoltà, contatta l'Amministratore di questo sito.

digital agency greenbubble